Domenica, 17 novembre 2019 - ore 22.20

Milano La filiera 4.0 di Oleificio Zucchi esempio di innovazione nell’agroalimentare

Il progetto Filiera 4.0 di Oleificio Zucchi ha rappresentato il primo esempio innovativo nell’agroalimentare in grado di valorizzare in maniera inequivocabile sia la tracciabilità dell’origine e la sostenibilità (ambientale, sociale, economica), sia gli aspetti di prodotto relativi alle caratteristiche nutrizionali e salutistiche dell’olio extravergine da olive, rendendo la trasparenza della filiera già possibile ed accessibile per il consumatore.

| Scritto da Redazione
Milano La filiera 4.0 di Oleificio Zucchi esempio di innovazione nell’agroalimentare

Milano La filiera 4.0 di Oleificio Zucchi esempio di innovazione nell’agroalimentare

[FestivalFuturo - Milano, Superstudio Più, 28 e 29 settembre]

Il progetto Filiera 4.0 di Oleificio Zucchi ha rappresentato il primo esempio innovativo nell’agroalimentare in grado di valorizzare in maniera inequivocabile sia la tracciabilità dell’origine e la sostenibilità (ambientale, sociale, economica), sia gli aspetti di prodotto relativi alle caratteristiche nutrizionali e salutistiche dell’olio extravergine da olive, rendendo la trasparenza della filiera già possibile ed accessibile per il consumatore.

Questo il cuore dell’intervento di Diego Ghisoni, Direttore Trade di Oleificio Zucchi, che racconterà tutti gli aspetti di questo complesso progetto alla tavola rotonda di domenica 29 settembre alle ore 12:15 in occasione di FestivalFuturo, dal titolo “Nuove tecnologie e innovazione nell'alimentazione (trasparenza della filiera)”. Grazie allo sviluppo di un portale dedicato, infatti, si è potuto raccogliere un enorme quantitativo di dati relativi a tutte le fasi della filiera, notoriamente complessa e frammentata: ciò ha permesso una comunicazione più trasparente verso il consumatore finale, che attraverso il QR code posto sull’etichetta può conoscere ora tutte le informazioni sull’olio acquistato e il suo percorso produttivo. Un preciso impegno all’insegna della sostenibilità, che l’azienda ha intrapreso in un momento in cui altri erano i trend del comparto, e l’ha portata alla creazione della prima Certificazione di Sostenibilità per l’intera filiera dell’Olio Extravergine d’Oliva fondata, su un capitolato di oltre 150 requisiti.

La tavola rotonda si inserisce nella due giorni di FestivalFuturo, l’annuale appuntamento di Altroconsumo dedicato all’innovazione, in programma a Milano il 28 e 29 settembre presso Superstudio Più. “StraBene, scelte e tecnologie per vivere in salute” è il tema di questa edizione 2019.

“Il consumatore sceglie in maniera sempre più consapevole i prodotti da acquistare, e riteniamo che sia fondamentale dargli la possibilità di conoscere in dettaglio ciò che compra. Per questo abbiamo deciso di investire nell’innovazione tecnologica e proporre un nuovo modo di fare filiera, che superi le divisioni del comparto per garantire la massima trasparenza sulle origini del prodotto, dal campo alla tavola”, commenta Alessia Zucchi, AD di Oleificio Zucchi. “È per noi un piacere poter presentare il nostro lavoro in una cornice come quella di FestivalFuturo, in cui poter confrontare le nostre idee con quelle di chi, come noi, investe le proprie energie per promuovere una vita sana e sostenibile”.

L’azienda presenterà inoltre, nelle due giornate di FestivalFuturo, la sua esclusiva blending experience, alle 11:30 e alle 14:00: i partecipanti potranno scoprire tutti i segreti per la creazione di un olio extravergine d’oliva di qualità, imparando a comporre il proprio blend personale.

 

 

296 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online