Martedì, 25 gennaio 2022 - ore 22.08

Milano M4 Lavori sempre più trasparenti grazie alla collaborazione tra comune e ANAC

Arrivata al sindaco Sala la lettera con cui l’Autorità Nazionale Anticorruzione valuta positivamente gli adeguamenti alle richieste di luglio

| Scritto da Redazione
Milano M4 Lavori sempre più trasparenti grazie alla collaborazione tra comune e ANAC

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha espresso “apprezzamento all’Amministrazione comunale per aver operato nel tavolo tecnico secondo un indirizzo teso a porre in essere ogni possibile adeguamento ai precetti espressi con la delibera 757/2016” e, contestualmente, ha rilevato “il proposito di operare l’allineamento ai rilievi dell’Anac in modo dinamico e persistente nonché secondo i principi di leale collaborazione”. Con queste parole comincia e poi si chiude la lettera inviata al sindaco di Milano Giuseppe Sala dall’Anac in merito alla realizzazione della linea metropolitana M4, che riporta gli esiti del tavolo tecnico istituito presso l’Autorità proprio su richiesta del Comune di Milano, in seguito ai rilievi del luglio scorso.

In particolare Anac si riferisce (i) al passaggio dal Vice Presidente (nominato dai soci privati) al Presidente della SPV M4 (nominato dal Comune) delle attività di autorizzazione e controllo legale dei subappalti e dei subcontratti; (ii) alla imminente adozione del Regolamento delle Riserve, alla cui definizione si è giunti a seguito di un percorso condiviso tra Anac e Comune, e di quest’ultimo con i soci privati, e che dovrebbe relegare l’utilizzo del Mandato Gestorio a circostanze eccezionali/residuali; (iii) alla risoluzione del conflitto di interessi di MM, a cui viene confermato l’incarico di Direzione Lavori, ma viene revocato l’incarico per l’attività di supporto al  Responsabile del procedimento; incarico quest’ultimo che verrà attribuito alla società Amat.

L’Autorità ha rilevato anche l’importanza della scelta del Comune di sottoporre automaticamente le future decisioni più importanti al tavolo tecnico presso Anac, così da favorire le operazioni di monitoraggio e assicurare la massima trasparenza.

La lettera si chiude poi con un apprezzamento particolare di Anac per il “monitoraggio rafforzato sulla Direzione dei lavori tramite i Piani di ispezione a sorpresa […] misure che non abbiano natura meramente documentale ma siano rivolte anche alla qualità delle lavorazioni dei materiali nonché alla validità della progettazione”. E prosegue: “Appare inoltre meritevole aver subordinato l’individuazione delle figure apicali e di coordinamento della Società a soggetti che siano in possesso, oltre che di elevatissima qualificazione professionale, dei requisiti in tema di conflitti d’interesse”.

776 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online