Sabato, 16 ottobre 2021 - ore 16.05

Nutrie, approvata l’eradicazione. Coldiretti Cremona: ‘Bene, avanti tutta’

Trasmettiamo le dichiarazioni di Paolo Voltini e Tino Arosio, rispettivamente Presidente e Direttore di Coldiretti Cremona

| Scritto da Redazione
Nutrie, approvata l’eradicazione. Coldiretti Cremona: ‘Bene, avanti tutta’

«Una buona notizia. L’approvazione della legge di Regione Lombardia deve condurci presto all’obiettivo: eradicare le nutrie dalle nostre campagne, liberandoci definitivamente di una presenza sempre più massiccia e invasiva, che rappresenta un pericolo per la sicurezza delle persone e che arreca gravissimo danno all’economia del territorio». Coldiretti Cremona, attraverso le parole del Presidente Paolo Voltini e del Direttore Tino Arosio, esprime soddisfazione per l’approvazione, ieri in Consiglio Regionale, del progetto di legge depositato dal Consigliere Carlo Malvezzi, primo firmatario del testo, teso all’«eradicazione della nutria dal territorio regionale, con metodi di abbattimento che si ampliano rispetto agli attuali».

Il voto del Consiglio regionale lombardo colma il vuoto normativo e operativo che (in seguito alla modifica della legge 157/92, che aveva finalmente dichiarato la nutria specie nociva, equiparata a talpe, ratti, topi, e quindi cacciabile tutto l’anno) aveva visto sospendere i piani provinciali di abbattimento della nutria. Ora le Province, per la restante parte del 2014, possono dunque riprendere le misure previste nei piani di contenimento. Con uno stanziamento economico, per questo periodo, di 150000 €. A partire dal 2015 sarà la Giunta regionale a elaborare un Programma Regionale triennale «per coordinare gli interventi di abbattimento fino alla totale eradicazione dell’animale».

«Ringraziamo tutti coloro che, insieme a noi, stanno credendo in questa battaglia e la stanno conducendo con determinazione, a partire dall’impegno preso pubblicamente dal Consigliere Malvezzi nel giugno scorso, nell’incontro con agricoltori, cittadini, Sindaci e rappresentanti di Regione e Provincia organizzato da Coldiretti Cremona a Cappella de’ Picenardi», sottolinea Voltini. «Con la massima forza abbiamo voluto rilanciare l’offensiva antinutrie a partire dal territorio. Garantiamo che non ci fermeremo finché questa invasione non sarà debellata, nell’intesse degli agricoltori e di tutti i cittadini».

Nella seduta di ieri il Consiglio Regionale ha anche approvato un ordine del giorno che chiede «lo stanziamento di adeguate risorse per consentire la ricerca volta a studiare più moderne ed efficaci metodologie di eradicazione». Si è inoltre chiesto alla Giunta Regionale di mettere in atto un pressing sul Governo perché vengano previsti risarcimenti per i danni provocati dalle nutrie.

1094 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria