Venerdì, 20 maggio 2022 - ore 12.34

Oggi 27 ottobre a Cremona Iniziativa 'Crotta d’Adda comunità ferita'

Interventi di Pierluigi Rizzi, presidente Legambiente; Carla Bellani, presidente ACLI provinciali; Sergio Perini, medico di medicina generale Carpenedolo ( BS), socio ISDE-medici per l'ambiente; Benito Fiori, AmbienteScienze; Marco Pezzoni, CreaFuturo; Cristina Cavalli, Costantino Gentile e Cristiano Magnani del Comitato “Tuteliamo il nostro ambiente e la nostra salute” di Crotta d'Adda; Maria Teresa Rocchetta, Comitato “ Orizzonte libero” di Acquanegra; Fabio Guereschi, il “Nibbio Onlus Pro Natura” di Spinadesco; Roberta Rossi, “Madre Terra” di Sesto e Uniti.

| Scritto da Redazione
Oggi 27 ottobre  a Cremona Iniziativa  'Crotta d’Adda comunità ferita'

Oggi 27 ottobre  a Cremona Iniziativa  'Crotta d’Adda comunità ferita' 

Per un uso sostenibile del territorio Sabato 27 ottobre ore 15,30 Sala Eventi, SpazioComune, Cremona Crotta d'Adda, comunità ferita  Per un uso sostenibile del territorio

Interventi di Pierluigi Rizzi, presidente Legambiente; Carla Bellani, presidente ACLI provinciali; Sergio Perini, medico di medicina generale Carpenedolo ( BS), socio ISDE-medici per l'ambiente; Benito Fiori, AmbienteScienze; Marco Pezzoni, CreaFuturo; Cristina Cavalli, Costantino Gentile e Cristiano Magnani del Comitato “Tuteliamo il nostro ambiente e la nostra salute” di Crotta d'Adda; Maria Teresa Rocchetta, Comitato “ Orizzonte libero” di Acquanegra; Fabio Guereschi, il “Nibbio Onlus Pro Natura” di Spinadesco; Roberta Rossi, “Madre Terra” di Sesto e Uniti.

Le associazioni ambientaliste e di volontariato sociale della provincia di Cremona esprimono sostegno alle ragioni dei cittadini di Crotta d'Adda, comunità che già oggi sopporta un carico eccessivo di insediamenti ad alto impatto ambientale. Il nuovo progetto di un impianto di compostaggio, localizzato nell'area a fianco della discarica di inerti dell'acciaieria Arvedi e poco distante dalle abitazioni della località Fornace di Crotta d'Adda e di quelle di Acquanegra, è la goccia che fa traboccare il vaso della pazienza dei residenti.

Una programmazione responsabile a livello provinciale dovrebbe porre al primo posto l'uso sostenibile del territorio. Per questo ci rivolgiamo a tutti i rappresentanti politici e agli amministratori della nostra provincia, in particolare a chi si candida per il rinnovo del Consiglio provinciale del 31 ottobre, perchè si pronuncino sulla vicenda e si facciano finalmente carico di una programmazione territoriale responsabile per tutelare la salute dei cittadini e l'ambiente.

L'incontro aperto a tutti è organizzato da: Legambiente di Cremona, ACLI provinciali, Forum delle idee, CreaFuturo per le energie rinnovabili, AmbienteScienze, Salviamo il Paesaggio cremonese, casalasco e cremasco, il “Nibbio Onlus Pro Natura” di Spinadesco, in collaborazione con il Comitato “Tuteliamo il nostro ambiente e la nostra salute” di Crotta d'Adda.

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

1533 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online