Venerdì, 27 novembre 2020 - ore 15.57

PAF2020 Marco Turati illustra il programma edizione #dopocovid del 21-22-23 agosto (Video G.C.Storti)

L’edizione Porte Aperte Festival 2020 sarà ‘leggero’ ma altrettanto significativo. Si svolgerà al mattino nel cortile del Museo Civico, al pomeriggio in cortile Federico II ed alla sera a Porta Mosa.

| Scritto da Redazione
PAF2020 Marco Turati illustra il programma edizione #dopocovid del 21-22-23 agosto (Video G.C.Storti)


PAF2020 Marco Turati illustra il programma edizione #dopocovid del 21-22-23 agosto

L’edizione Porte Aperte Festival 2020 sarà ‘leggero’ ma altrettanto significativo. Si svolgerà al mattino nel cortile del Museo Civico, al pomeriggio in cortile Federico II ed alla sera a Porta Mosa.

Marco Turati ci illustra l’intero programma.

Video ed intervista  di Gian Carlo Storti  welfare cremona 12 agosto  2020

Tutti gli altri video del sito del welfare li trovi qui https://www.welfarenetwork.it/video/

In allegato il programma completo

----------------------------------

I curatori del Porte Aperte Festival sono lieti di comunicare il programma completo della quinta edizione del Festival, che – come noto – si svolgerà a Cremona il 21, 22 e 23 agosto prossimi.

Oltre agli ospiti già annunciati in precedenza, nel corso della tre giorni si alterneranno nei cortili del Museo Civico e Federico II e a Porta Mosa importanti protagonisti della scrittura, del fumetto e della musica.

Non mancheranno anche quest’anno i reading letterari, molto seguiti e apprezzati dal pubblico nelle edizioni passate. Quest’anno saranno ben due: Roberto Citran, noto attore cinematografico e televisivo, leggerà brani da racconti di Mario Rigoni Stern, in particolare contenuti nella raccolta Sentieri sotto la neve (Einaudi); Valentina Carnelutti, attrice, doppiatrice e regista, dedicherà la sua lettura alla scrittrice austriaca Ingeborg Bachmann con brani dal racconto Ondina se ne va.

Quanto al fumetto, due interessanti incontri metteranno a confronto diversi autori su temi condivisi: il primo sarà dedicato a Fumetto e storia: da Socrate ad Eleonora di Francia e Inghilterra, con Francesco Barilli, Alessandro Ranghiasci, Simona Mogavino e Alessio Lapo, che dialogheranno, a partire dai rispettivi libri, editi da Becco Giallo e Mondadori Comics.

Il secondo sarà una conversazione su La satira ai tempi del Covid, con gli autori Margherita Allegri, Sara Bodini, Gianluca “Foglia” Fogliazza e Walter Leoni: i quattro vignettisti ripercorreranno con le loro strisce quanto accaduto durante e dopo il lockdown.

Due noti giornalisti e autori affronteranno importanti temi di attualità. Alessio Lasta, inviato di Piazzapulita, col suo La più bella. La Costituzione tradita. Gli italiani che resistono (pubblicato da Add), ci condurrà in un viaggio attraverso storie di donne e di uomini che lottano per veder riconosciuti i loro diritti, sanciti dalla Costituzione, i cui articoli rimangono spesso lettera morta. Di idee innovative per la ripartenza post Covid si parlerà invece con Mariangela Pira, conduttrice e reporter per Sky TG 24, partendo dal suo Cronaca di un disastro non annunciato (edito da IBS), per capire come la pandemia ha infettato l’economia globale e quali sono le possibili vie di guarigione. Con lei dialogherà il sociologo piadenese Mauro Ferrari, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Un’altra giornalista, oltre che scrittrice, Camilla Baresani, si concentrerà su temi più privati e presenterà il suo romanzo Gelosia, che racconta le complicazioni dell’amore, le migliori intenzioni e il loro naufragio, la passione per il lavoro, la crisi economica, quella dei matrimoni e una vendetta sottile e implacabile.

Autore di grande sensibilità e scrittura raffinata, Sandro Campani presenterà la sua ultima opera, I passi nel bosco (Einaudi), un affascinante racconto corale ambientato nell’Appennino tosco-emiliano, sua terra d’origine.

A cavallo tra i linguaggi della scrittura e della musica sarà l’incontro con Cristiano Godano: cantante, chitarrista e autore dei testi dei Marlene Kuntz, alternerà il racconto della genesi e dei percorsi della band, oggetto del suo libro Nuotando nell’aria (edito da La Nave di Teseo), con l’esecuzione dal vivo di alcuni brani.

Oltre ai già annunciati Tre Allegri Ragazzi Morti, animeranno le serate musicali di Porta Mosa altri due gruppi.

Il sabato sera, i Perturbazione, uno dei più importanti e longevi gruppi pop rock della musica italiana, proporranno i brani dell’ultimo album (Dis)amore: 23 canzoni senza fronzoli che la band torinese eseguirà dal vivo con la medesima freschezza con cui si presentò a Sanremo nel 2014, riscuotendo grande simpatia e consenso.

Impostasi con soli due album e un ep come una delle migliori realtà musicali della propria generazione, La Municipàl, band composta dai fratelli Carmine e Isabella Tundo, porterà invece in scena venerdì sera il suo Fuorimoda Tour, con le canzoni del loro ultimo album Bellissimi difetti, pubblicato nel 2019.

A Porta Mosa tornerà inoltre, dopo il grande successo dell’anno scorso, Adrian Fartade, divulgatore scientifico e youtuber, apprezzatissimo per il modo brillante e ironico con cui racconta i misteri della scienza e del cosmo.

Torneranno anche le Happy News, rassegna stampa di belle notizie a cura del CPS e dell’Ufficio Comunicazione dell’ASST di Cremona, mentre una novità è il concorso Storie di quartiere, progetto a cura del Centro Quartieri e Beni Comuni del Comune di Cremona, aperto alla partecipazione dei cittadini più giovani attraverso lo strumento del racconto; saranno letti i primi racconti pervenuti.

Le serate di Porta Mosa saranno animate altresì dai volontari dell’Associazione cremonese La Buca del Coboldo, che proporranno agli interessati presenti, in uno spazio appositamente allestito, di cimentarsi in alcuni Giochi da Tavolo di ogni epoca.

Infine, altre tre mostre, oltre alle due già annunciate: La funzione Pazienza. L’influenza di Andrea Pazienza nel graphic novel italiano, resa possibile grazie al contributo del fondo Olga Ragusa del Dipartimento di Studi di Francesistica e Italianistica dell’Università dell’Indiana; The voyage of Italy, consistente in 25 illustrazioni realizzate da Gianluca Costantini e dedicate ad alcune delle città più esposte nel corso dell’epidemia di Covid-19, tra cui Cremona; infine, La città sospesa ovvero la ricerca della città, fotografie di Leonardo Calvi pubblicate sui canali social del PAF durante il lockdown e ora esposte presso l’Antica Osteria del Fico e nelle vetrine di alcuni negozi del centro storico.

Si ricorda che a tutti gli appuntamenti gli appassionati potranno accedere esclusivamente previa prenotazione, sostenendo nel contempo il Festival attraverso un piccolo contributo-donazione.

Il numero dei posti (tutti seduti) sarà infatti limitato e preassegnato fino a esaurimento, nel rispetto delle normative di sicurezza sanitaria previste dal DPCM 7.8.2020 e dalle Ordinanze Regionali vigenti.

Gli organizzatori effettueranno la diretta streaming di alcuni degli appuntamenti di cui siano andati esauriti i posti a sedere in presenza.

I curatori del Porte Aperte Festival

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

4474 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online