Martedì, 18 febbraio 2020 - ore 14.22

Percorso per non vedenti al Museo

| Scritto da Redazione
Percorso per non vedenti al Museo

Percorso per non vedenti al Museo Archeologico
Al Museo Archeologico (ex chiesa di San Lorenzo) è  stato  presentato il nuovo percorso di visita dedicato ai non vedenti e agli ipovedenti, realizzato in collaborazione con la  Soprintendenza per i Beni Archeologici e con l'Istituto dei ciechi di Milano.

Riproduzioni tridimensionali degli oggetti esposti nel museo, pannelli
raffiguranti a rilievo la sagoma di alcuni reperti, con le relative
didascalie in braille, costituiscono il percorso realizzato che permette
di comprendere gli oggetti esposti e il loro significato. Di godere,
insomma, della bellezza raccolta ed esposta nel museo archeologico.

Per rendere ancora più facile la visita, inoltre, è stato realizzato un
fascicolo con riproduzioni a rilievo e testi in braille che i visitatori
potranno ritirare e leggere lungo il percorso.

L'iniziativa è stata resa possibile grazie alle offerte raccolte con la
distribuzione del calendario "/Amoenissimis aedificiis/. La /domus/ di
piazza Marconi", pubblicato nel 2009 (studio Pi-tre, Cremona).

Essa è parte di una strategia messa in atto da alcuni anni dal Sistema
Museale cittadino, finalizzata a rendere fruibili le raccolte a tutte le
categorie di pubblico, nelle diverse fasce di età, provenienza e condizione.

In particolare, il supporto alla visita del Museo Archeologico si pone
nella scia di quelli già realizzati presso il Museo Stradivariano,
dedicati al pubblico dei non vedenti e ipovedenti e a quello dei sordi.

Cremona 11 dicembre 2010
Comune di Cremona
Ufficio Stampa

1801 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della  Regione Lombardia

Utin Signoroni apre la vertenza Sanità con l’assessore Gallera della Regione Lombardia

Nel documento il Presidente della Provincia di Cremona, Paolo Mirko Signoroni ha presentato ieri all'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, giunto a Cremona, su invito del presidente stesso apre la vertenza ‘Sanita’ , per affrontare nel merito la questione del reparto di terapia neonatale intensiva Utin ed altri aspetti legati all’Asst di Crema ed all’Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore.