Venerdì, 12 agosto 2022 - ore 13.13

Perri e Nolli: vivere a Cremona costa meno in quanto ci sono le tariffe più basse d’Italia (video)

E’ quanto hanno dichiarato Oreste Perri, Sindaco e Roberto Nolli , suo vice ed assessore al bilancio, nella conferenza stampa convocata per fare il punto non solo sul bilancio consuntivo del 2013, il preventivo del 2014 ma di quello dell’intero mandato 2019-2014.

| Scritto da Redazione
Perri e Nolli: vivere a Cremona costa meno in quanto ci sono le tariffe più basse d’Italia (video)


Il Sindaco , nella sua breve introduzione , prima di dare la parola a Nolli ha espresso pochi concetti ma chiari: “ in questi 5 anni non abbiamo tagliato i servizi, abbiamo ridotto di tantissimo le spese, sia per gli amministratori che sui dipendenti  ed abbiamo garantito investimenti per 85 milioni di euro e sul 2014 non aumenteremo le tasse”. Insomma  un chiaro messaggio ai cremonesi per non far mancare il loro voto nelle prossime elezioni amministrative del 25 maggio 2014 alla riconferma del Sindaco Oreste Perri. Perri, dopo averlo ringraziato, passa la parola a Nolli che snocciola le cifre  a “dimostrazione del successo di questo mandato  2009-2014. Infatti il Consilio Comunale di Cremona è chiamato ad approvare il consuntivo 2013 ed il preventivo 2014 entro il prossimo 30 aprile. Nella premessa , l’assessore al bilancio, ha evidenziato che “ questo è stato il quinquennio più duro e pesante del dopoguerra non solo per il sistema Italia ma anche per i comuni. Cremona va in controtendenza e si dimostra un comune virtuoso e capace di amministrare”.

In sintesi i dati forniti da Roberto Nolli: -i trasferimenti dello Stato al Comune  sono passati dai 25 milioni di euro nel 2009 ai 13,5 nel 2013: un 46,9%; -nel 2009 (amministrazione Corada) il bilancio del comune era in perdita di bel 2,6 milioni di euro, nel 2013 il bilancio ha riscontrato un avanzo di 1,7 milioni di euro; -la tassazione procapite per ogni cittadino nel 2009 era pari a 1008 euro; nel 2013 è invece pari a 847;-la quota di compartecipazione dei cittadini  per la copertura dei costi dei servizi a domanda individuale è passato dal 44,32% del 2009 al 30,85 % del 2013;-i dipendenti comunale sono diminuiti di 49 unità ( di cui 4 dirigenti) con un risparmio di circa  2,5 milioni ;-complessivamente le spese correnti sono passate, in diminuzione, dai 74 a 70 milioni;-gli investimenti sono stati pari ad 85 milioni e l’indebitamento è passato dai 50 ai 42; -questi livelli di investimento sono stati possibili anche grazie all’intervento di privati ed alle vendite di parte del patrimonio comunale.

Per il 2014 poi non sono previsti tagli dei servizi e sulla cosidetta ICU  (imposta comunale unica) è stata prospettata questa situazione:

-IMU: è confermato lo 0,98 per le 2° case; -TARI ( tassa sui rifiuti) non vi sarà nessun aumento, anzi il comune prevede che sarà più bassa della TARSU per il 90% dei cittadini; -TASI ( tassa servizi individuali): si passa da un volume complessivo di 13 milioni ai 5,6 i che vuol dire che per il 92% dei cittadini la tassa sarà più bassa e solo l’8% avrà un incremento medio di circa 7 euro.

La lunga e dettagliata relazione di Nolli ha teso ho dimostrare un concetto , più volte ripetuto che “ vivere a Cremona costa meno in quanto ci sono le tariffe più basse d’Italia”. Nessun accenno ai problemi riscontrati in questi anni sul versante della socialità. Insomma  cinque anni di buona amministrazione che si ripropone per i prossimi cinque. Sentiremo nei prossimi giorni le opinioni dell’opposizione ed in particolare di Maura Ruggeri ( capogruppo del PD in consiglio comunale) su come sono andati questi anni. Saranno poi i cittadini a giudicare il prossimo 25 maggio.

1° video: Vivere a Cremona costa meno in quanto ci sono le tariffe più basse d’Italia. Parola di Oreste Perri Sindaco di Cremona

2° video: Vivere a Cremona costa meno in quanto ci sono le tariffe più basse d’Italia. Parola di Roberto Nolli Vice Sindaco ed Assessore al bilancio Comune di Cremona

Riprese di Gian Carlo Storti, welfare cremona network

Nella foto da sx: Oreste Perri e Roberto Nolli



3040 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria