Domenica, 20 gennaio 2019 - ore 03.59

Piacenza Pedibus, il bilancio della campagna ‘Col casco non ci casco’

Ben 337 alunni, in nove scuole primarie cittadine: questi i numeri che tracciano il bilancio della settimana pre-natalizia del Pedibus,

| Scritto da Redazione
Piacenza  Pedibus, il bilancio della campagna ‘Col casco non ci casco’

Piacenza  Pedibus, il bilancio della campagna ‘Col casco non ci casco’

Ben 337 alunni, in nove scuole primarie cittadine: questi i numeri che tracciano il bilancio della settimana pre-natalizia del Pedibus, che ha visto distribuire, a tutti i partecipanti, caschetti da ciclista e fasce catarifrangenti per la bicicletta, nell’ambito della campagna “Col casco non ci casco” promossa – con il coordinamento del Ceas Infoambiente comunale – dall’Osservatorio regionale per la Sicurezza stradale e realizzata dagli educatori della cooperativa sociale modenese La Lumaca.

In ogni istituto coinvolto – Giordani, Pezzani, Mazzini, De Gasperi, Vittorino da Feltre, XXV Aprile, Caduti sul Lavoro, San Lazzaro e Don Minzoni – i bambini che abitualmente raggiungono la scuola seguendo il Pedibus hanno ricevuto non solo le attrezzature protettive per le due ruote, ma anche materiale informativo sul comportamento corretto e le regole da osservare. Non è mancata, per la conclusione dell’iniziativa alla Don Minzoni, neppure la figura di Babbo Natale.

Presente a numerosi incontri, unitamente alla referente del Ceas Infoambiente comunale Alessandra Bonomini, l’assessore a Mobilità e Ambiente Paolo Mancioppi: “Ancora una volta – sottolinea – mi hanno colpito l’entusiasmo e la consapevolezza che caratterizzano un’iniziativa come il Pedibus, che anno dopo anno rafforza la sua valenza educativa accanto a quella ecologica. Consolidare, sin da piccoli, abitudini come quella alla camminata quotidiana, all’attenzione e al rispetto delle regole come utenti della strada, significa investire concretamente in un futuro più sostenibile, che si fonda innanzitutto sulla sensibilità delle nuove generazioni”.

“Fondamentale – aggiunge l’assessore – è la collaborazione preziosa dei volontari, genitori e nonni in primis, che rendono possibile l’attuazione del progetto, ma anche l’adesione degli insegnanti e delle tante famiglie che hanno fatto questa scelta. A tal proposito l’auspicio per il nuovo anno è quello di poter ampliare ulteriormente le linee Pedibus esistenti in città, coinvolgendo le scuole che ancora non usufriscono di questa opportunità”.

169 visite

Articoli correlati