Giovedì, 30 giugno 2022 - ore 12.12

Pizzighettone Da 20 studenti internazionali le idee progettuali rigenerazione.

Saranno 20 studenti del Politecnico di Milano che, in una sessione estiva di otto giorni, produrranno le idee per il recupero delle aree degradate

| Scritto da Redazione
Pizzighettone Da 20 studenti internazionali le idee progettuali rigenerazione. Pizzighettone Da 20 studenti internazionali le idee progettuali rigenerazione.

Pizzighettone Da 20 studenti internazionali le idee progettuali rigenerazione.

Saranno 20 studenti del Politecnico di Milano che, in una sessione estiva di otto giorni, produrranno le idee per il recupero delle aree degradate

20 studenti internazionali, 14 nazionalità diverse, quasi 350 mila metri quadri e 8 giorni di intensa attività per proporre idee progettuali di rigenerazione ambientale e urbana delle aree demaniali di Pizzighettone e di Gera. Sono questi i numeri del progetto che il Comune di Pizzighettone sta portando avanti con il Politecnico di Milano e il Demanio e che martedì 24 maggio è stato presentato a giovani e cittadini.

Nella casamatta 1 della cerchia muraria studenti, professionisti e cittadini hanno assistito alla presentazione dei 20 studenti internazionali della Master Class dell’Advanced School of Architecture (ASA) della Scuola AUIC del Politecnico di Milano, provenienti da 14 nazioni diverse, che dal 16 al 24 luglio saranno presenti nel borgo rivierasco per sviluppare scenari di rigenerazione ambientale e urbana delle aree demaniali di Pizzighettone e di Gera.

«Stiamo parlando di aree molto grandi, “fuori scala”, che hanno però una storia importante, prima di essere state abbandonate. La recente bonifica dall’amianto – dichiara il sindaco Luca Moggi – ha rappresentato un primo grande risultato sotto il profilo ambientale, ora ci proponiamo di avanzare ipotesi di riutilizzo, rigenerazione e riconversione delle aree, di concerto con il Demanio. La partnership con il Politecnico di Milano sono certo che possa offrire l’opportunità unica di unire tra loro le proposte per avere un progetto che tenga conto del contesto urbanistico, storico-naturalistico, ambientale e sociale. Sarà una grande occasione per un’area di circa 350 mila metri quadri, tra il centro storico e la borgata di Gera. L’idea alla base non è certo cementificare, ma recuperare nel rispetto dei vincoli di questa zona, peraltro fissati anche da enti sovraterritoriali come la Soprintendenza o come il Parco Adda Sud ad esempio».

«Abbiamo l’opportunità di individuare con il Politecnico di Milano, in collaborazione con l'agenzia del Demanio, soluzioni innovative per elaborare una visione capace di guidare la rigenerazione urbana e ambientale delle aree demaniali; un sogno che ha bisogno della partecipazione della comunità, in  particolare di architetti, ingegneri, agronomi, geometri, periti agrari e studenti di queste discipline disponibili a partecipare all'accoglienza degli studenti della Master Class e a costruire con loro relazioni professionali straordinarie» sottolinea Gianluca Pinotti, assessore all’innovazione e allo sviluppo.

Approccio al lavoro e importanza dell’accoglienza sono stati al centro degli interventi dei professori Pierre Alain Croset e Paolo Pileri, responsabili dell’esecuzione del programma di ricerca.

Durante la serata si è aperta la raccolta delle candidature per ospitare gli studenti: avere in casa uno studente internazionale per otto giorni è un'occasione di crescita sia per chi li ospita sia per chi viene ospitato: lo scambio culturale è sempre un valore e la possibilità per chi vive il territorio di offrire spunti ed eventuali perplessità già nella fase di ideazione del progetto. È soprattutto un'opportunità per gli studenti di architettura, ingegneria e agraria, dalle scuole secondarie di secondo grado alle università, che possono confrontarsi con studenti provenienti da 14 nazioni.

Chi volesse candidarsi può scrivere un messaggio privato alla pagina Facebook @moggisindaco e sul profilo Facebook di Gianluca Pinotti (@gianluca.pinotti.1).

1° foto Croset Pileri Moggi

726 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online