Mercoledì, 03 marzo 2021 - ore 08.48

Solidarietà alimentare, Coldiretti Cremona in prima linea

| Scritto da Redazione
Solidarietà alimentare, Coldiretti Cremona in prima linea

Con l’impegno di portare un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà del territorio, e nel contempo sostenere le produzioni agroalimentari locali, Coldiretti Cremona nei giorni scorsi ha scritto a tutti i Sindaci cremonesi, dando nuovamente avvio alla predisposizione e consegna dei pacchi alimentari solidali.

Com’è noto, già nella scorsa primavera Coldiretti Cremona si era infatti attivata, insieme alle aziende agricole e in sinergia con tanti Comuni, per predisporre forniture alimentari con i prodotti dell’agricoltura lombarda, acquistati con le disponibilità del “fondo di solidarietà alimentare” e destinati alle famiglie in difficoltà.

“A seguito delle numerose richieste pervenute, siamo a riproporre questa iniziativa “ scrive il presidente Paolo Voltini ai sindaci del territorio. “Desideriamo dimostrare la nostra vicinanza ai cittadini e alle istituzioni, come aggregatori di sinergia che porti aiuto alle persone che stanno vivendo delle difficoltà e vorremmo farlo continuando a valorizzare il lavoro degli agricoltori cremonesi e le identità produttive della nostra provincia”.

La macchina organizzativa è già pronta. Con il prezioso aiuto del Consorzio Casalasco del Pomodoro, che ha messo a disposizione spazi e logistica, Coldiretti Cremona sta già predisponendo i “pacchi solidali” che contengono prodotti agroalimentari a lunga conservazione (come pasta, riso,  olio extravergine, Grana Padano e Provolone, uova, passata e polpa di pomodoro, miele, farine). Prodotti sicuri, provenienti da aziende del territorio, messi a disposizione dei Comuni con tempestività, affinché le Amministrazioni possano impiegarli per fornire un aiuto concreto alle famiglie bisognose. Ai Comuni si chiede pertanto di contattare la segreteria Coldiretti (tel. 0372 499814 – 0372 499811), comunicando necessità e ordinazioni.

“Stiamo affrontando un momento complesso e difficile, che mette tutti a dura prova.  Anche a causa dell’emergenza sanitaria, e ai provvedimenti ad essa legati, tante famiglie si vedono purtroppo costrette a chiedere aiuto per il cibo da portare in tavola – sottolinea Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona e Lombardia –. Coldiretti vuole e può fare la propria parte, contribuendo a portare avanti una visione essenziale di solidarietà. Un ruolo attivo che parte dall’aiuto alle persone bisognose attraverso la valorizzazione dei prodotti locali, creando una vera e propria economia circolare. Dove c’è Coldiretti c’è solidarietà, intesa come sostegno del territorio, in un tessuto che ci vede, uniti, impegnati a coltivare il futuro”.

“Gli agricoltori, nonostante l’emergenza sanitaria, continuano ogni giorno con sacrificio, con serietà e spirito di solidarietà, a produrre cibo per tutti i cittadini  – evidenzia Paola Bono, direttore di Coldiretti Cremona –. Questa emergenza ha dimostrato, una volta di più, il valore strategico rappresentato dall’agricoltura, dal lavoro di chi produce cibo garantendo qualità, sicurezza, origine certa, salubrità. Perciò è importante fare sinergia sul territorio con azioni concrete. Ed è ancora più vitale riuscire a farlo per assicurare cibo a chi è in difficoltà. Al tempo stesso, troviamo giusto rimarcare che scegliendo le produzioni del territorio si sostengono l’economia locale e il lavoro delle imprese agricole ed agroalimentari. Premiare i prodotti italiani è una scelta preziosa e concreta a difesa dell’economia e del lavoro nel nostro Paese”.

666 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria