Venerdì, 28 gennaio 2022 - ore 09.36

Spino D’Adda L'Incontro al Circolo di Poli? Tutto regolare ... altro inciampo della minoranza

Il consigliere di minoranza Riccaboni aveva indirizzato al sindaco Luigi Poli un'interrogazione circa l'incontro che si è tenuto il giorno 6 giugno presso la sala polifunzionale, al circolo Arci. Secondo lui era irregolare. Gli era stato detto che invece c'erano le autorizzazioni richieste.

| Scritto da Redazione
Spino D’Adda L'Incontro al Circolo di Poli? Tutto regolare ... altro inciampo della minoranza

Spino D’Adda L'Incontro al Circolo di Poli? Tutto regolare ... altro inciampo della minoranza

Il consigliere di minoranza Riccaboni aveva indirizzato al sindaco Luigi Poli un'interrogazione circa l'incontro che si è tenuto il giorno 6 giugno presso la sala polifunzionale, al circolo Arci. Secondo lui era irregolare. Gli era stato detto che invece c'erano le autorizzazioni richieste.

Ebbene quello stesso quesito è stato formulato da una giornalista al Comitato Territoriale Circoli Arci.

RISPOSTA: TUTTO REGOLARE!

Pubblichiamo qui di seguito la risposta che è stata fornita per Arci Cremona da Aurora Diotti, referente circoli.

...

1) il circolo non ha vincoli in merito agli orari di apertura, soprattutto se, come in questo caso, non vi sono lavoratori dipendenti al suo interno. Il circolo può aprire e chiudere quando desidera in base alla proprie esigenze, senza doverlo comunicare a nessuno se non ai propri associati, nei limiti dei regolamenti sugli orari di apertura in vigore per gli esercizi pubblici del comune di riferimento (che in questo caso sono stati ampiamente rispettati).

2) all'iniziativa erano presenti quasi esclusivamente associati. Nei circoli privati non è vietato l'ingresso ai non tesserati, è invece vietata la somministrazione di alimenti e bevande a fronte di corrispettivo a favore di persone non socie per ragioni fiscali (le agevolazioni rispetto alla decommercializzazione della somministrazione sono regolate dal decreto 460 del TUIR e sono concesse alle associazioni di carattere nazionale, e loro articolazioni territoriali, le cui finalità assistenziali siano riconosciute dal Ministero dell'Interno). In questo caso dunque, non essendoci stata nessuna somministrazione a pagamento, non vi è nessun problema nemmeno per coloro che in quell'occasione erano presenti come semplici ospiti.

3) per quanto riguarda la SCIA, normalmente i circoli la devono compilare se decidono di svolgere attività verso il pubblico in via occasionale nella quale sia prevista la somministrazione di alimenti e bevande anche verso non soci, e la cui somministrazione sia direttamente erogata dal circolo con passaggio di denaro. In questo caso il sindaco, che è socio del circolo, in quanto socio ha voluto offrire ai presenti una bottiglia di spumante e una torta confezionata per il sostegno ricevuto, il circolo non ha erogato nulla e non ha percepito nulla dai presenti. Non sono pertanto queste le condizioni che richiedono la compilazione di una SCIA per licenza pubblica temporanea. Per quanto riguarda le autorizzazioni ordinarie alla somministrazione alimenti e bevande, il circolo ne è in regolare possesso.

 

747 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online