Venerdì, 10 luglio 2020 - ore 01.56

Storia e patrimonio della Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo

martedì 18 febbraio p.v., alle ore 18, nel Salone Furietti della Biblioteca Angelo Mai, Piazza Vecchia 15, Bergamo

| Scritto da Redazione
Storia e patrimonio della Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo

Il trentennale dell’Associazione Amici della Biblioteca Angelo Mai è una ricorrenza significativa, tale da meritare di essere festeggiata con un’iniziativa speciale: da qui è scaturita la decisione di dotare la Biblioteca di uno strumento essenziale per comprendere il suo ruolo nella vita sociale e culturale della Città.

La scelta si è orientata sulla realizzazione di una pubblicazione non solo capace di svolgere la funzione tipica di una guida, ma anche e soprattutto di “raccontare” validamente la Biblioteca in tutte le sue componenti e con tutte le sue peculiarità; così, strada facendo, è parimenti cresciuta la consistenza e l’ampiezza del lavoro, che è diviso in quattro parti, ovvero: Introduzione (a cura della Direttrice, Maria Elisabetta Manca), la Storia, il Patrimonio, Bibliografia/Sitografia.

In particolare, la sezione dedicata alla Storia dell’Istituto riassume le attuali conoscenze in merito alla nascita e allo sviluppo della Biblioteca, dalle origini ai giorni nostri, collocando tale evoluzione sullo sfondo della vita culturale cittadina. Il corposo capitolo sul Patrimonio presenta alcuni tra i più significativi pezzi per i quali la Biblioteca è giustamente rinomata, pur nella consapevolezza che molti altri preziosi materiali sono rimasti necessariamente esclusi per motivi di spazio. L’Introduzione offre spunti di riflessione sul significato culturale complessivo dell’Istituto nel contesto cittadino e, più in generale, sulla funzione delle biblioteche. Una bibliografia e una sitografia essenziali guidano il lettore verso maggiori approfondimenti.

Il 18 febbraio, alle ore 18.00, nel Salone Furietti della Biblioteca saremo perciò lieti di presentare il volume al pubblico; l’importanza di quest’evento è tale che abbiamo chiesto a due insigni studiosi, quali la dottoressa  Isabella Fiorentini, Direttrice dell’Archivio storico civico e Biblioteca Trivulziana di Milano, e al dottor Claudio Gamba, Dirigente della Struttura Istituti e Luoghi della cultura della Regione Lombardia, di regalarci per l’occasione un loro intervento.

Confidando che La Biblioteca della Città. Storia e patrimonio della Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo - questo il titolo del volume - raccolga l’apprezzamento che, a nostro giudizio, merita, desideriamo ringraziare sia tutti coloro che con grande professionalità e dedizione si sono volontariamente impegnati alla sua realizzazione, sia gli enti - Comune di Bergamo, Rotary Club Bergamo Città Alta e Fondazione della Comunità Bergamasca - che con il loro sostegno hanno reso possibile la concretizzazione di questo nostro sogno.

214 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online