Domenica, 22 maggio 2022 - ore 03.57

Torlino. Consiglio compatto al fianco degli infermieri

Torlino Vimercate

| Scritto da Redazione
Torlino. Consiglio compatto al fianco degli infermieri

Il Consiglio comunale di Torlino Vimercati ha dato un segno concreto alle rivendicazioni degli infermieri del territorio, approvando all’unanimità il testo della mozione che la minoranza Nuovavita per Torlino aveva proposto settimane fa. Torlino è stato il primo Comune della provincia a non dimenticarsi degli infermieri, circa ottomila tra le due Asst di Crema e Cremona. “Ci deve essere un giusto riconoscimento per questo lavoro professionale fondamentale per la salute dei cittadini. La delibera approvata è stata inviata dal segretario comunale all’assessore alla Sanità di Regione Lombardia Letizia Moratti e al direttore generale dell’Asst di Crema Ida Ramponi”, spiega Andrea Ladina, capogruppo dell’opposizione.

La lettera dell’Ordine

Nel corso del mese di gennaio è stata diffusa in tutta Italia la lettera della Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche in cui i 456.000 infermieri che operano nel nostro Paese chiedono al Governo dignità e rispetto. Vi si legge in un passaggio: “Così muore una professione sanitaria. Chiederemo conto di tutto ciò che non è stato fatto, non si può ancora continuare a lungo a cercare una mediazione che non esiste. È finito il tempo delle pacche sulle spalle e di chiamare angeli ed eroi gli infermieri. È finito il tempo delle parole, si passi ai fatti e si dia vera dignità a una professione che finora ha dato tutto mettendo da parte la sua ‘normale straordinarietà’ al fianco del cittadino per lavorare in costante emergenza, ammalarsi più e peggio di ogni altra categoria, rinunciare a ferie, permessi, progetti di miglioramento professionale e di vita”. “Gli Infermieri d’Italia – si legge ancora nella missiva – da sempre attraversano a testa alta la paura e la morte, ma oggi una miope visione della politica ci fa impattare nella sfiducia e nella delusione. Ed è molto peggio”.

Richieste al Governo

Con l’iniziativa, la Federazione delle professioni infermieristiche chiede al Governo, a fronte dei sacrifici, dei pesanti carichi di lavoro e della costante emergenza (negli ospedali, nelle Rsa…) interventi urgenti, precisi e concreti, in particolare: il riconoscimento economico di una professione sanitaria oggi fortemente penalizzata da stipendi che sono i più bassi d’Europa; la formazione professionale, che attualmente è a carico e a spese degli infermieri; la possibilità tramite la formazione professionale di uno sviluppo di carriera, oggi impedita.

140 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria