Domenica, 02 ottobre 2022 - ore 17.35

USA: WELFARE E ENERGIA PULITA NEL BUDGET DI OBAMA

| Scritto da Redazione
USA: WELFARE E ENERGIA PULITA NEL BUDGET DI OBAMA

Il Presidente democratico USA propone un bilancio di 4 trilioni di Dollari per limitare il deficit pubblico. Contrari alla manovra i repubblicani, che sostengono misure di austerity.
FILADELFIA - Welfare ed energia rinnovabile sono i due temi di una proposta di bilancio difficile da essere approvata.
Mercoledì, 10 Aprile, il Presidente USA, Barack Obama, ha presentato una proposta di bilancio dalla portata di 3,77 Trilioni di Dollari.
Il provvedimento, che punta a diminuire il deficit a 744 milioni di Dollari nel 2014, spinge i ceti più benestanti a fornire più risorse alle casse federali.
Particolare attenzione è riservata al capitolo sanità, su cui il Presidente democratico Obama, per ottenere il sostegno della minoranza repubblicana, ha accettato tagli che hanno ridimensionato la sua proposta elettorale incentrata sul l'ampliamento dell'assistenza sanitaria ai cittadini USA.
Nello specifico, i tagli al sistema sanitario ammontano a 400 miliardi di Dollari, con un incremento delle imposte per le persone più in salute.
Il budget del Presidente USA prevede anche prelievi fiscali sui guadagni degli investitori privati, ed un'imposta del 30% per i cittadini con più di 1 Milione di Dollari di reddito annuo.
Particolare attenzione è stata riservata al tema del lavoro, con la concessione di crediti del 10% alle imprese che assumono nuovi lavoratori.
Nel bilancio di Obama ampio spazio è stato riservato alle uscite per la cura dell'infanzia, per gli asili e per le infrastrutture, che saranno finanziate con l'introduzione di un'imposta sul tabacco.
Importanza è ricoperta anche dal tema energetico, poiché il budget proposto da Obama prevede misure in sostegno di forme di energia pulita.
Nello specifico, il Presidente USA ha preventivato l'uscita di 200 Milioni di Dollari a sostegno di incentivi all'utilizzo di energia pulita e di fonti rinnovabili.
La proposta del Presidente USA rappresenta però soltanto una base su cui l'Amministrazione Presidenziale è chiamata a trattare.
Il Senato, in cui la maggioranza è democratica, sostiene il bilancio del Presidente, mente la Camera dei Rappresentanti, che è controllata dai repubblicani, osteggia ogni forma di aumento della spesa pubblica.

Matteo Cazzulani
Free lance journalist and energy deals consultant m.cazzulani@gazeta.pl

775 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria