Lunedì, 16 maggio 2022 - ore 20.33

Vicenda Lgh-A2a Lo scandalo non esiste Degli Angeli (M5S) disonesto | Luciano Pizzetti (Pd)

C’è il presupposto della disonestà che alberga inevitabilmente in chi non sottostà agli schemi del partito a cinque stelle.

| Scritto da Redazione
Vicenda Lgh-A2a Lo scandalo non esiste Degli Angeli (M5S) disonesto | Luciano Pizzetti (Pd)

Gentile direttore, mio malgrado torno a scriverle e a ringraziare lei e i lettori del suo giornale per l’attenzione che dedicano a una questione così importante per il territorio quale l’inesistente scandalo A2A-Lgh.

Uso lo stesso incipit che il consigliere Degli Angeli ha utilizzato nei giorni scorsi nella lettera in replica a mie considerazioni.

Con la sola aggiunta del termine «inesistente». Perché qui sta la differenza di fondo. L’operazione di fusione, fatta con convinzione da molte Amministrazioni comunali, può essere condivisa o meno. Il centrodestra cremonese ad esempio non la condivide. Ma il consigliere pentastellato neppure entra nel merito.

E si appiglia all’abusato concetto di scandalo. Non c’è la legittima diversità di valutazione. C’è il presupposto della disonestà che alberga inevitabilmente in chi non sottostà agli schemi del partito a cinque stelle.

Loro sono la poco santa inquisizione, gli altri colpevoli a priori d’illegalità o mala gestione. E infatti il consigliere opera non per differente progettualità ma per esposti. Nel più classico schema giustizialista.

All’Anac nella fattispecie. Che c’entra come i cavoli a merenda. La quale non attiva alcuna procedura impeditiva, limitandosi ad esprimere non condivisione dell’operazione. In totale contrasto con altri pareri.

Ma soprattutto in contrasto con l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. La quale, in una delibera di ben 52 pagine di argomentazioni, il 27 luglio 2016 scrive, cito testualmente, «autorizza l’operazione di concentrazione societaria». Il giorno successivo Agcm emette un comunicato così titolato «Autorizzata l’acquisizione del controllo di Lgh da parte di A2A».

Questo è quanto. E faccia un favore a sé stesso il consigliere. Non si arrampichi sul palo della cuccagna perché scivola poco dignitosamente a terra. Dica che ha qualcosa di più serio che attaccarsi a un correttore automatico. Oltretutto estrapolandolo da una citazione estesa perfettamente corrispondente a l l’Authority competente.

Per favore lo dica. Perché va davvero molto oltre il ridicolo. E me ne dispiaccio sinceramente. Così come mi dispiaccio che egli, così attento a rimirar lo specchio, intenda riflettere se stesso sui propri interlocutori. Non funziona così.

Infine, alla sua improvvida domanda circa il titolo con cui mi esprimo sulla vicenda, rispondo in modo semplice. In quanto parlamentare della Repubblica eletto dalle comunità locali.

Col dovere di prestare il massimo di attenzione alle opportunità e alle necessità di questo territorio. Lavoro intenso, cui sarebbe utile anch’egli si dedicasse. Per assicurare sviluppo e crescita sostenibili. Anziché perseverante e pregiudizievole contrasto nel miraggio della decrescita felice. Confondendo oltretutto tribunale e consiglio comunale.

Luciano Pizzetti Deputato del Pd, Cremona

626 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online