Mercoledì, 11 dicembre 2019 - ore 10.45

Vittime operaie Incidenti sul lavoro: 2 morti e 4 feriti a Cremona e Milano

I tragici episodi sono avvenuti nel giro di 24 ore. A Cremona ha perso la vita un uomo di 54 anni. L’altro evento drammatico a Milano, dove la vittima, di Bergamo, aveva appena 28 anni. E nel bresciano in quattro rimangono ustionati da una fuga di gas

| Scritto da Redazione
Vittime operaie Incidenti sul lavoro: 2 morti e 4 feriti  a Cremona e Milano

Vittime operaie Incidenti sul lavoro: 2 morti e 4 feriti  a Cremona e Milano

I tragici episodi sono avvenuti nel giro di 24 ore. A Cremona ha perso la vita un uomo di 54 anni. L’altro evento drammatico a Milano, dove la vittima, di Bergamo, aveva appena 28 anni. E nel bresciano in quattro rimangono ustionati da una fuga di gas

Due morti e quattro feriti, di cui due gravi. È il tragico bilancio in appena 24 ore degli incidenti sul lavoro in Lombardia. Un operaio di 54 anni ha perso la vita questa mattina (9 agosto) in prossimità dell'Acciaiera Arvedi di Cremona. Il fatto, come riporta la stampa locale, è avvenuto alle 10, quando l'uomo, dipendente di una ditta esterna, stava scaricando delle travi d'acciaio da un camion. Il carico si è staccato e lo ha investito, schiacciandolo. Sul posto sono arrivati immediatamente i soccorsi, rivelatisi però inutili.

Colpito alla testa durante il lavoro, un altro operaio è morto dopo 24 ore di agonia. La vittima aveva appena 28 anni ed era di Romano di Lombardia (Bergamo): è stato trafitto da un tondino di ferro e trasportato al Niguarda di Milano, dove ieri (8 agosto) è deceduto. L'infortunio sul lavoro si era verificato poco prima delle 8 del mattino in un cantiere di Milano della zona Washington, dove il giovane bergamasco lavorava da qualche tempo come muratore in un garage interrato.

In provincia di Brescia due operai di 29 e 33 anni sono rimasti gravemente ustionati e altri due hanno invece riportato ferite più lievi. È accaduto a Caionvico durante alcuni lavori stradali. A quanto si apprende, i quattro avrebbero erroneamente tagliato un tubo del gas provocando una fiammata che li ha investiti.

“Nel cuore dell'estate apprendiamo che due lavoratori sono morti e altri sono rimasti feriti: un vero bollettino di guerra che colpisce famiglie e tutto il mondo del lavoro”, commenta in prima battuta il segretario generale della Cgil di Varese, Umberto Colombo: “Nonostante le numerose mobilitazioni e l'azione di prevenzione attuata da sindacati e rappresentati dei lavoratori per la sicurezza sui posti di lavoro, i numeri di feriti e morti continuano a crescere, e anche a Varese il numero complessivo degli infortuni è troppo alto”.

279 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online