Sabato, 17 aprile 2021 - ore 06.37

MILANO RICORDA CON UN CIPPO TUTTE LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO

| Scritto da Redazione
MILANO RICORDA CON UN CIPPO TUTTE LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO

LAVORO. AL PARCO DELLE INDUSTRIE MILANO RICORDA CON UN CIPPO TUTTE LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO
Tajani: Uno storico insediamento industriale della città diventa il luogo simbolo della sicurezza sul lavoro
Milano, 27 aprile 2013 – Una stele in ricordo delle vittime degli incidenti sul lavoro sarà inaugurata domani alle 16.30 nel parco delle Memorie industriali di via Bazzi angolo via Spadolini. La cerimonia si svolgerà in concomitanza con la Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, dedicata quest’anno al tema delle malattie professionali. A scoprire il cippo saranno l’assessore alle Politiche per il Lavoro e Sviluppo economico del Comune di Milano Cristina Tajani e il Segretario Generale della Camera del Lavoro Graziano Gorla che interverrà a nome delle organizzazioni sindacali Cgil Cisl e Uil. Saranno presenti anche i rappresentanti di Anmil (Associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro) e della Federazione Maestri del lavoro d’Italia.

Secondo i dati dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering, nel primo trimestre del 2013 gli infortuni mortali in Italia sono stati 74, contro i 110 dello stesso periodo del 2012, con una diminuzione del 32,7%. Tra le Regioni che registrano il maggior numero di incidenti figurano l’Emilia Romagna (12 vittime), seguita da Lombardia (11), Piemonte (9), Sicilia e Calabria (6), Veneto e Lazio (5). La provincia Milano non fa segnare nessun incidente mortale, posizionandosi al 47° posto della graduatoria. Tutti i dati sono disponibili www.vegaengineering.com.
Per quanto riguarda Milano, secondo l’ultima ricerca Inail del 2011 sono stati registrati 40.070 infortuni (32 mortali) con un flessione del 3,9% rispetto al 2010. Per quanto concerne le malattie professionali, nel 2011 le denunce sono state 497 con un incremento del 16,9% rispetto all’anno precedente. Malattie che, per lo più, sono carico dell’apparato osteo-articolare o dovute a  sovraccarico biomeccanico. 
“La stele che domani inauguriamo rappresenta l’omaggio unitario della città a tutti i lavoratori, oltre ad essere strumento per sensibilizzare i milanesi sui temi della salute e della sicurezza sul lavoro”, ha detto l’assessore alle Politiche per il Lavoro Cristina Tajani. “La scelta del parco delle Memorie industriali – prosegue l’assessore - si deve al fatto che proprio su quelle aree sorgevano le Officine Meccaniche (OM), che a fine ‘800 costituivano uno dei più importanti insediamenti industriali di Milano e, quindi, un simbolo delle rivendicazioni di luoghi e ambienti di lavoro più sicuri”. “La giornata di commemorazione di domani – ha concluso Tajani - è particolarmente significativa anche alla luce degli sforzi congiunti che il Comune e le parti sociali stanno facendo al fine di garantire salute e sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro della città. L'impegno delle istituzioni e delle parti sociali, insieme alla sensibilizzazione sul fronte della prevenzione, ha portato a una diminuzione delle morti bianche che tuttavia non può vederci ancora soddisfatti".
Il cippo è incorniciato da tre alberi di Davidia involucrata, detti “dei fazzoletti”, per le caratteristiche foglie di colore verde chiaro che richiamano dei fazzoletti immacolati simbolo delle morti bianche. La stele cilindrica è realizzata in beola naturale grigia alta un metro con la sommità a sezione longitudinale riportante una targa in acciaio con la dicitura “I milanesi ricordano le vittime degli incidenti sul lavoro. Per una comunità laboriosa, solidale e sicura”. A precedere il cippo tre lastre di camminamento realizzate anch’esse con ciottoli di beola poste in modo da accentuare la visione prospettica della lapide.

 

837 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria