Domenica, 29 novembre 2020 - ore 02.41

219 migranti sbarcati nelle notte. Saranno trasferiti a bordo di 2 navi quarantena

Tutti i migranti giunti a Lampedusa, dopo l’esecuzione del tampone per il COVID-19, saranno trasferiti a bordo di due navi quarantena.

| Scritto da Redazione
219 migranti sbarcati nelle notte. Saranno trasferiti a bordo di 2 navi quarantena

Almeno 219 migranti sono giunti nella notte a Lampedusa a bordo di undici diversi barchini che hanno iniziato ad arrivare subito dopo la mezzanotte e sono stati prontamente soccorsi dalle motovedette della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza e condotti, come da procedura, nell’hotspot dell’isola siciliana per i primi accertamenti e, vista l’emergenza sanitaria in atto, i tamponi per verificare l’eventuale positività al COVID-19.

Sale così a 665 il numero dei migranti, sbarcati nelle ultime 30 ora a Lampedusa, attualmente ospitati nell’hotspot progettato per contenere fino a 192 migranti. La struttura, vuota per giorni dopo il trasferimento degli ultimi migranti ospitati e causa del maltempo che ha frenato gli sbarchi e le partenze, si trova nuovamente ad un passo dal collasso, ma la situazione di emergenza dovrebbe durare soltanto qualche ora.

I migranti, come accaduto già nelle ultime settimane, saranno sottoposti al tampone e successivamente saranno trasferiti a bordo di due navi per la quarantena, la Snav Adriatico che si trova già a Lampedusa e la nave Azzurra che si sta muovendo in queste ore dal porto di Augusta verso l’isola siciliana.

Tutti i migranti verranno trasferiti a bordo delle due navi, indipendentemente dal risultato del tampone: i positivi al COVID-19 verranno ospitati nell’area dedicata ai contagiati, mentre chi risulta negativo al test verrà spostato nelle cabine.

Puntuale come un orologio svizzero quando si parla di migranti, il leader della Lega Matteo Salvini è subito corso sul proprio profilo Facebook per lanciare l’ennesima invettiva contro il governo:

Più di 15 sbarchi e 433 arrivi nelle ultime ore: è l’ennesimo fallimento di un governo incapace che parla di umanità ma dimentica la morte di un minorenne che era a bordo di una nave quarantena. Con le modifiche ai Decreti sicurezza sarà sempre peggio: festeggiano scafisti e professionisti dell’accoglienza, alla faccia di tutti gli italiani e dei veri profughi. Questo governo è minoranza nel Paese, ha aumentato sbarchi e morti in mare e mette in pericolo l’Italia.

340 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Terremoto in Irpinia, i 90 secondi che cambiarono faccia alla Campania

Terremoto in Irpinia, i 90 secondi che cambiarono faccia alla Campania

Domenica 23 novembre 1980, alle 19:34, un sisma di magnitudo 6,9 gradi della scala Richter colpì i territori di Irpinia e Basilicata, causando quasi 3mila vittime. Furono rasi al suolo interi paesi e migliaia di case rimasero danneggiate. A decenni di distanza resta la memoria di una tragedia italiana e dell’incredibile speculazione degli anni della ‘ricostruzione’, mai completata e sulla quale molto incise la longa manus della camorra.