Lunedì, 05 dicembre 2022 - ore 18.32

A Cremona nel cuore di East Lombardy per celebrare il salame tra storia e curiosità

| Scritto da Redazione
A Cremona nel cuore di East Lombardy per celebrare il salame tra storia e curiosità

 

A Cremona, dal 7 al 9 ottobre 2022, torna la Festa del Salame, giunta alla sua quarta edizione. Tre giorni interamente dedicati al salume più amato in tutte le sue versioni, ai quali parteciperanno diversi produttori provenienti da tutta Italia e dall'estero.

Un’iniziativa sempre molto seguita, perché offre la possibilità a grandi e piccini di assaggiare, conoscere e degustare il salume tanto amato nelle sue molteplici versioni: durante l’evento, infatti, verranno presentati innumerevoli tipologie di salame e protagonista assoluto sarà il Salame Cremona IGP.

Dove siamo

Nel cuore di East Lombardy, dove la Regione Gastronomica della Lombardia Orientale, che comprende le quattro province di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova, ha l'obiettivo di promuovere l'enogastronomia del territorio, supportando la notorietà delle eccellenze dei suoi produttori e ristoratori a livello nazionale e internazionale.

Il salame nella storia della Pianura Padana

Sin dai tempi dell'antica Roma, la produzione di salame è strettamente legata alla presenza di allevamenti suini nella Pianura Padana. La Lombardia è, oggi, la regione italiana con il maggior numero di maiali (circa 4 milioni di capi); fino a qualche decennio fa l'allevamento in cascina era un'abitudine consolidata e la sua lavorazione un rito festoso che coinvolgeva l'intera comunità. È nel 1583 che la nascita del salame viene accertata nel territorio cremonese, come riportato, nei propri Annales, dal notaio Ludovico Cavitelli, in cui descriveva un tipo di salsiccia tagliata a pezzettini, macinata e mescolata con pepe o zenzero, infilata negli intestini degli animali, quindi legata e subito cotta in acqua o arrostita. Il salame cremonese, allora, era definito “salsicciotto”, perché poteva essere consumato fresco, bollito o arrostito. Oggi il Salame Cremona IGP è prodotto, secondo specifico disciplinare, impiegando esclusivamente suini allevati nel nord Italia, nelle zone di origine del prosciutto di Parma e del prosciutto di San Daniele.

Curiosità

La facciata della Cattedrale di Cremona ospita una chiara testimonianza dell'importanza simbolica che la pratica della macellazione del maiale aveva assunto nella società del tempo: nel fregio che corre sotto la tribuna del protiro si trovano le lastre dei Mesi realizzate da un maestro antelamico dell'inizio del XIII secolo. Nella tavola dedicata al mese di novembre è rappresentata la scena dell'uccisione del maiale.

Tipicamente italiano

Il salame è la punta di diamante della salumeria made in Italy, imitato in tutto il mondo; è un prodotto tipico tutelato anche dai disciplinari che ne riconoscono Dop e Igp e che, grazie alla sua originalità, ne fanno uno tra i prodotti più esportati. In Italia nel 2021, secondo i dati Assica (l’organizzazione nazionale di categoria che nell’ambito di Confindustria rappresenta le imprese di macellazione e trasformazione delle carni suine) si è registrata una notevole ripresa dei consumi di salumi (+5,4% in volume); in particolare il salame ha registrato +8%, con un riflesso di incremento sulle esportazioni.

Degustazione targata East Lombardy

Domenica 9 ottobre alle ore 16.00, presso lo stand di Confartigianato Imprese Cremona che promuove l'evento con il Consorzio Tutela Salame Cremona IGP, è prevista una degustazione targata East Lombardy dei salami provenienti dalle produzioni artigianali di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova. La degustazione del prodotto sarà condotta dall’esperto di East Lombardy Achille Mazzini, dell'Enogastronomia Mazzini, in collaborazione con gli studenti dell’indirizzo alberghiero della Scuola Einaudi di Cremona.

 

Sito web: www.festadelsalamecremona.it

Facebook: @FestaDelSalame

Instagram: @festadelsalame

Ufficio stampa East Lombardy

https://www.eastlombardy.it/it/

Studio Giornaliste Associate BonnePresse

Marianna Corte M. +39 347.42.19.001 marianna.corte@bonnepresse.it

Gaia Grassi M. +39 339.56.53.179 gaia.grassi@bonnepresse.it

www.bonnepresse.it

East Lombardy

Riconosciuta con il titolo di Regione Europea della Gastronomia nel 2017, East Lombardy è una realtà che riunisce produttori e ristoratori garanti della cultura di un cibo sano, sostenibile e che rispetta la biodiversità locale. Marchio della regione gastronomica della Lombardia Orientale, ha l'obiettivo di favorire l’evoluzione dell’enogastronomia nelle quattro province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, supportando la notorietà delle eccellenze dei suoi produttori e dei suoi ristoratori a livello nazionale e internazionale. Con un’offerta di eccellenza sotto il profilo enogastronomico che conta circa 300 ristoratori (tra cui 23 Stellati) e 250 produttori, vanta 25 prodotti Dop e Igp, altrettanti vini Docg, Doc e Igt e 11 presidi Slow Food. È espressione di una cultura che da secoli punta sulle proprie risorse. Unendo le forze, i Comuni di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, e le rispettive Camere di Commercio, hanno l'ambizione di dare forma a un segnale forte, sintetizzato in un manifesto, che diventa vessillo di quella cultura del cibo che già da tempo caratterizza il territorio della Lombardia Orientale. Qui unicità e qualità del prodotto, insieme alla tipicità delle ricette, rappresentano il cuore delle attività di East Lombardy.

 

272 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria