Mercoledì, 17 luglio 2019 - ore 14.18

AI CANDIDATI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019 ED AGLI ISCRITTI PD PROVINCIA DI CREMONA FacSimile Europee

In questa lettera Mariella Laudadio, presidente Assemblea Provinciale PD e Vittore Soldo , segretario provinciale PD ringraziano i candidati e gli iscritti al partito e li invitano a ‘raccogliere’ gli ultimi decisivi voti per battere il governo Lega-M5S. I facsimili per le elezioni europee e l’elenco dei candidati

| Scritto da Redazione
AI CANDIDATI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019 ED  AGLI ISCRITTI PD PROVINCIA DI CREMONA FacSimile Europee

AI CANDIDATI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019 ED  AGLI ISCRITTI PD PROVINCIA DI CREMONA FacSimile Europee

In questa lettera Mariella Laudadio, presidente Assemblea Provinciale  PD e Vittore Soldo , segretario provinciale PD ringraziano i candidati e gli iscritti al partito e li invitano a ‘raccogliere’ gli ultimi decisivi voti per battere il governo Lega-M5S. I facsimili per le elezioni europee e l’elenco dei candidati

Carissimi, carissime, scriviamo a voi candidati sindaci e consiglieri che si candidano in liste civiche vicine al centrosinistra e al Partito Democratico prima di quelli che saranno gli esiti elettorali del voto di domenica, per esprimervi tutta la vicinanza, il ringraziamento ed il sostegno da parte del Partito Democratico provinciale.

Un ringraziamento il nostro, quello della segreteria, dell’assemblea provinciale e dei nostri rappresentanti istituzionali a tutti i livelli, che non è scontato: in queste settimane, girando nei comuni che andranno al voto, abbiamo trovato ovunque una bellissima comunità fatta di persone che hanno deciso di mettersi a disposizione per il bene comune e al servizio dei propri cittadini, in modo disinteressato, togliendo tempo agli affetti familiari e alle passioni personali, per rappresentare un'alternativa seria e rigorosa alla politica delle promesse vacue e irrealizzabili di una destra che sta investendo sulla disgregazione sociale e su parole di odio ed egoismo, che sta indebitando il Paese e le comunità locali perché del tutto priva di una visione di Paese moderno e all’avanguardia. Una destra che sta compromettendo il futuro delle giovani generazioni e li obbligherà a farsi carico delle nefaste conseguenze della loro azione di governo, In un quadro di grandi e sempre nuove complessità che disorienta e rende tutti un po’ più soli, voi rappresentate la parte più bella e responsabile di questo bellissimo ma controverso paese, soprattutto perché avete fatto un passo avanti in un momento in cui affermare di essere uomini e donne Democratici,  sappiamo non essere scelta popolare e “di tendenza”, tanto più a livello locale. “Passo avanti che aiuterà il Partito Democratico a rimettersi in sintonia con il Paese e rappresentare una vera alternativa di governo. E ci aiuterà a dimostrare che siamo ancora al servizio della nostra gente, come unico ma tenace e irriducibile avversario delle attuali destre sovraniste e razziste che ci vorrebbero fuori dall’Europa ed isolati a livello internazionale.

Grazie per non aver assecondato quella percezione diffusa e alimentata dalla destra sovranista ed estremista, secondo la quale, per salvarci dagli effetti profondamente negativi delle liberalizzazioni senza controllo, sia sulle famiglie che sui lavoratori, ci si debba rivolgere ad una politica di chiusura e individualismo, nell’illusione di metterci al riparo dalle tempeste economico-finanziarie internazionali.

Grazie perché capiamo tutte le difficoltà che si hanno, soprattutto a livello locale, nell’arginare quella politica che asseconda la reazione istintiva invece della ricerca di una risposta articolata, complessa e ragionata ma proprio per questo realmente risolutiva dei problemi di una comunità locale: la risposta di pancia non risolve i problemi, li aggrava, limitandosi ad individuare il nemico del momento fra chi è più fragile e “a rischio”.

Domenica sarà un momento importante per tutti noi. Domenica, però, non finisce il mondo, tutt’altro: si rigenera. Per lo meno il “nostro” mondo, al quale in questi mesi abbiamo dedicato le nostre energie, la nostra intelligenza e la nostra cura. Dopo l’esito elettorale sarà importante ritrovarci e, comunque saranno andate le cose, confrontarci e discutere sul futuro delle nostre comunità e sui progetti che vorremmo mettere in campo per rispondere alle esigenze che i nostri concittadini hanno espresso ed esprimeranno. Sarà l’occasione anche per assumerci la responsabilità e l’onere di formulare proposte e scelte importanti che riguardano tutto il territorio: così come è stato fatto dai nostri sindaci di Cremona e Crema, Gianluca Galimberti e Stefania Bonaldi, i quali hanno portato il nostro territorio all’attenzione di circuiti economici nazionali e internazionali,  anche gli altri comuni della provincia di Cremona, dal più piccolo al più grande, devono uscire da un contesto definito “di provincia” e considerato marginale, per inseguire un futuro di sviluppo, modernità e crescita per tutti. Abbiamo bisogno di ricominciare a guardare avanti, senza il timore dei nuovi problemi e delle nuove domande che questo potrà comportare e dobbiamo farlo tutti insieme e stando vicini alle nostre comunità per percepirne le esigenze.

Grazie ancora per quanto avete fatto e quanto farete.

Un abbraccio a voi che rappresentate una delle componenti più belle e importanti del fare politica.

Mariella Laudadio, presidente assemblea provinciale PD

Vittore Soldo , segretario provinciale PD

I 20 candidati della lista PD alle Elezioni Europee sono:

1 – PISAPIA Giuliano, Milano, 20/05/1949;

2 – TINAGLI Irene, Empoli (FI), 16/04/1974;

3 – MORANDO Enrico Antonio, Arquata Scrivia (AL), 30/09/1950;

4 – TOIA Patrizia Ferma Francesca, Pogliano Milanese (MI), 17/03/1950;

5 – BENIFEI Brando Maria detto Brando detto Bonifei, La Spezia, 01/01/1986;

6 – BRESSO Mercedes, Sanremo (IM), 12/07/1944;

7 – AVANZA Caterina, Brescia, 06/04/1981;

8 – FACCANI Giuliano, Imola (BO), 21/09/1949;

9 – BERSANETTI Monica, Ferrara, 08/05/1959;

10 – GRAGLIA Piero, Sanremo (IM), 18/04/1963;

11 – BORSOTTO Ivana, Fossano (CN), 18/11/1965;

12 – MAJORINO Pierfrancesco, Milano, 14/05/1973;

13 – CROSA Edda, Borgosesia (VC), 28/08/1957;

14 – FARINA Giovanni detto Gianni, Caiolo (SO), 10/01/1941;

15 – MASTROMARINO Anna, Torino, 19/04/1975;

16 – MOTTINELLI Pier Luigi detto Gigi, Cedegolo (BS), 12/01/1964;

17 – RADICCHI Angelica, Genova, 12/09/1989;

18 – PACENTE Carmine, Vallo della Lucania (SA), 01/09/1978;

19 – SIGNORONI LOMI Ernestina detta Tina, Lodi, 12/01/1947;

20 – VIOTTI Daniele, Alessandria, 08/03/1974.

Cremona 24 maggio 2019

 

485 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Ballottaggio 9 giugno ‘Cremona Cambia Musica’ di fatto indica di votare  Gianluca  Galimberti? Chi altri se no!

Ballottaggio 9 giugno ‘Cremona Cambia Musica’ di fatto indica di votare Gianluca Galimberti? Chi altri se no!

A firma di Francesca Berardi (Cremona Cambia Musica) esce questo documento che di fatto indica ai propri simpatizzanti di non votare Malvezzi ma di esprimere la preferenza al candidato ‘ ambientalista, antifascista, che rifiuta l'odio e accetta la diversità, che si oppone alle mafie e che pone la giustizia sociale in cima alle priorità’. Se non è Galimberti chi può essere !
Ballottaggio il 9 giugno. Galimberti al 46,36%, Malvezzi al 41,66% I cremonesi premiamo il lavoro del sindaco uscente.

Ballottaggio il 9 giugno. Galimberti al 46,36%, Malvezzi al 41,66% I cremonesi premiamo il lavoro del sindaco uscente.

Tutte le 76 sezioni scrutinate.Si va al ballottaggio il 9 giugno. Galimberti al 46,36% . Malvezzi si ferma al 41,66% (perde circa l’11% dei voti della sua colazione alle Europee). I cremonesi premiamo il lavoro fatto dal sindaco uscente . Nolli al 5,73% e Giovetti al 3,32%. Grande soddisfazione nella coalizione di centrosinistra. Galimberti’ tutti i campo per vincere’.