Lunedì, 10 agosto 2020 - ore 17.40

Aise Europa sondaggio: cresce l’ottimismo e il sostegno all’euro e all’Unione

La maggior parte degli europei ritiene che l’Europa si trovi in una buona situazione economica. Il sostegno all’euro ha raggiunto i valori più elevati dal 2004 nella zona euro, mentre per quanto riguarda il futuro dell’UE l’ottimismo prevale sul pessimismo.

| Scritto da Redazione
Aise Europa sondaggio: cresce l’ottimismo e il sostegno all’euro e all’Unione

Aise Europa sondaggio: cresce l’ottimismo e il sostegno all’euro e all’Unione

La maggior parte degli europei ritiene che l’Europa si trovi in una buona situazione economica. Il sostegno all’euro ha raggiunto i valori più elevati dal 2004 nella zona euro, mentre per quanto riguarda il futuro dell’UE l’ottimismo prevale sul pessimismo.

-------------------------------

Infine, la maggior parte degli europei considera l’UE come un luogo di stabilità in un mondo in difficoltà. Questi sono alcuni fra i principali risultati dell’ultima indagine Eurobarometro standard pubblicata ieri, 19 dicembre, insieme al sondaggio Eurobarometro speciale sul futuro dell’Europa.

CRESCONO L’OTTIMISMO SULLA SITUAZIONE ECONOMICA E IL SOSTEGNO ALL’EURO

Per la prima volta dall’inizio della crisi economica e finanziaria, nel 2007, gli europei si esprimono positivamente in merito alla situazione economica attuale dell’Europa (48%, 6 punti percentuali in più rispetto alla primavera 2017), piuttosto che negativamente (39%, 7 punti percentuali in meno). In 23 Stati membri (rispetto a 21 nella primavera 2017) la maggioranza degli intervistati afferma che la situazione attuale dell’economia europea è buona. Dalla primavera del 2017, la percezione positiva ha guadagnato terreno in 23 Stati membri, con un incremento a due cifre in Spagna (39%, +12), Portogallo (58%, +11) e Austria (63%, +10).

Il 48% degli europei ritiene che la situazione attuale della propria economia nazionale sia buona (+2). Si tratta del livello più elevato dall’autunno 2007. Rispetto alla primavera 2017, la percezione positiva della situazione economica nazionale è cresciuta in 19 Stati membri, tra cui soprattutto Finlandia (71%, +12), Slovenia (46%, +12), Austria (77%, +9) e Ungheria (50%, +9). A seconda dello Stato membro, la percezione è comunque diversa; in Germania e nei Paesi Bassi il 91% dei cittadini ritiene che la situazione economica del suo paese sia buona, mentre in Grecia solo il 2% è di questo parere.

Nella zona euro tre quarti dei rispondenti si sono espressi a favore dell’euro (74%, +1), la percentuale più elevata mai raggiunta dal 2004. L’euro è sostenuto da almeno l’80% dei cittadini in sette paesi: Slovacchia, Belgio, Germania, Spagna, Estonia, Irlanda e Slovenia.

RESTA ELEVATA LA FIDUCIA NELL’UNIONE EUROPEA

Il 40% degli europei ha un’immagine positiva dell’UE; il 37% ne ha un’immagine neutra, mentre la percentuale di europei che hanno un’immagine negativa dell’UE rimane ad un livello contenuto (21%). I risultati sono rimasti stabili rispetto alla primavera 2017 e confermano la tendenza positiva registrata dal 2016. La maggior parte degli intervistati ha un’immagine positiva dell’UE in 14 paesi, con le percentuali più elevate in Irlanda (59%), Bulgaria e Lussemburgo (entrambi 57%).

La fiducia nell’Ue registra il 41 % (+1).  La maggior parte degli intervistati ha fiducia nell’UE in 18 Stati membri (rispetto a solo 15 in primavera). I livelli più elevati di fiducia nell’UE si registrano in Lituania (64%), Bulgaria (57%) e Lussemburgo (56%). Rispetto alla primavera 2017, la fiducia nell’UE ha guadagnato terreno in dieci paesi, ovvero in Belgio (53%, +7), in Slovacchia (48%, +5) e nella Repubblica ceca (35%, +5). La fiducia nell’UE è diminuita in 17 paesi.

La maggioranza dei cittadini europei si dichiara ottimista in merito al futuro dell’UE (57%, +1). L’ottimismo prevale in tutti gli Stati membri, eccetto due (rispetto a 24 nella primavera 2017): Grecia (60% “pessimisti” e 37% “ottimisti”) e Regno Unito (rispettivamente 48% e 44 %). Le percentuali più elevate di ottimisti in merito al futuro dell’UE si registrano in Irlanda (80%), Lussemburgo (72%) e Malta (70%). I valori meno elevati sono quelli di Francia (49%) e Italia (50%).

[leggi tutto]

 

532 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online