Giovedì, 28 ottobre 2021 - ore 03.05

Al via la tassazione agevolata del 10% sui premi di produttività di Cinzia Fontana (PD)

Sulla Gazzetta Ufficiale del 14 maggio pubblicato il decreto attuativo Un altro importante impegno assunto in Legge di Stabilità 2016 entra da oggi in vigore. Si tratta della tassazione Irpef agevolata al 10% sui premi di risultato legati ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione e sulla partecipazione agli utili dell’impresa.

| Scritto da Redazione
Al via la tassazione agevolata del 10% sui premi di produttività di Cinzia Fontana (PD)

Una misura a favore delle lavoratrici e dei lavoratori del settore privato che, introdotta in passato ma da rinnovare annualmente, questo Governo ha invece scelto di rendere strutturale, di allargarne la platea dei beneficiari e di inserirvi novità significative, grazie anche al lavoro del gruppo parlamentare PD. Da sottolineare, ad esempio, che: per la determinazione del premio di produttività viene computato il periodo obbligatorio di congedo di maternità; l'agevolazione viene incrementata in caso di coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell'organizzazione del lavoro; il lavoratore può scegliere di sostituire il premio in denaro con strumenti di welfare aziendale, sotto forma di beni e servizi (di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria), godendo in questo caso della detassazione totale.

Con la pubblicazione del decreto attuativo sulla Gazzetta Ufficiale del 14 maggio sono quindi definiti i criteri per l'applicazione della tassazione ridotta al 10% ai premi erogati in base agli accordi aziendali, i quali devono prevedere specifici criteri di misurazione e verifica.

Ecco i punti principali della misura approvata:

- la tassazione Irpef e addizionali locali con aliquota del 10% sul premio spetta alle lavoratrici e ai lavoratori con un reddito non superiore a 50.000 euro lordi nell'anno precedente l'erogazione del premio stesso;

- l'agevolazione fiscale al 10% è calcolata entro il limite di importo complessivo del premio non superiore a 2.000 euro lordi;

- tale limite è aumentato a 2.500 euro lordi per le aziende che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell'organizzazione del lavoro;

- i premi di produttività corrisposti entro i limiti previsti non concorrono alla formazione del reddito complessivo del lavoratore o del suo nucleo familiare ai fini della determinazione della situazione economica equivalente (Isee);

- la tassazione al 10% è applicata esclusivamente ai premi erogati in esecuzione di contratti aziendali o territoriali depositati in via telematica, entro 30 giorni dalla sottoscrizione, presso la Direzione territoriale del lavoro, insieme al modello di dichiarazione di conformità allegato al decreto.

Attenzione: in caso di premi riferiti al 2015, il deposito dei contratti e della dichiarazione deve avvenire entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale (quindi entro metà giugno).

In allegato il decreto

3354 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online