Domenica, 17 novembre 2019 - ore 22.35

Alberti (M5S): ‘Ennesima sconfitta amministrativa di Regione Lombardia in tema venatorio’

L’assessore ai cacciatori Rolfi si dimetta o paghi di tasca sua le spese legali”

| Scritto da Redazione
Alberti (M5S): ‘Ennesima sconfitta amministrativa di Regione Lombardia in tema venatorio’

Alberti (M5S): ‘Ennesima sconfitta amministrativa di Regione Lombardia in tema venatorio’

L’assessore ai cacciatori Rolfi si dimetta o paghi di tasca sua le spese legali”

Il TAR Lombardia ha accolto il ricorso della LAC contro una delibera regionale che ampliava la stagione di caccia alle specie migratorie nelle province di Brescia, Bergamo e Lecco per i cacciatori da appostamento fisso. Le motivazioni sono state: la non conformità della delibera ai pareri ISPRA senza valida giustificazione e la carenza di dati sul numero e localizzazione dei capanni.

Così commenta il consigliere regionale Alberti: “E’ l’ennesima sconfitta di un Assessorato imbarazzante, che verrà ricordato per l’incompetenza amministrativa. E’ la terza figuraccia in pochissimo tempo di Regione Lombardia in tema venatorio, dopo la sospensione del TAR e diffida del Governo sulla questione richiami vivi e roccoli e dopo la sentenza del Consiglio di Stato che impone alla Regione di vietare la caccia presso i valichi montani”

Continua Alberti: “L’assessore Rolfi continua a farsi campagna elettorale alle spese dei cittadini, prendendo provvedimenti illegittimi dettati dalle poche migliaia di voti che gli garantiscono l’elezione con le preferenze a discapito dell’interesse dei cittadini lombardi e della reputazione della nostra Regione. Mi chiedo se il Presidente Fontana o gli altri Assessori non abbiano nulla da dire verso questa situazione e verso queste continue batoste amministrative del nostro Governo regionale”

Conclude Alberti: “Il problema è che le castronerie di Rolfi costano a tutti i lombardi, con spese legali palesemente inutili. A questo punto un assessore con un minimo di coerenza e dignità dovrebbe dimettersi, prendendo atto della propria incompetenza. Oppure, se vuole restare al suo posto, che almeno paghi di tasca sua le spese legali che ci costringe ogni volta che prende un provvedimento in tema venatorio”

147 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online