Domenica, 26 gennaio 2020 - ore 04.42

Algeria, giovani in rivolta contro il carovita

| Scritto da Redazione
Algeria, giovani in rivolta contro il carovita

Algeria, giovani in rivolta contro il carovita. Scontri e violenze nel Paese per l'aumento vorticoso dei prezzi di prima necessità, ma anche contro la disoccupazione che colpisce soprattutto gli under 30
L'Algeria sta vivendo una vera e propria rivolta giovanile contro il carovita, la disoccupazione giovanile e la carenza di alloggi. Dalla capitale Algeri, teatro oggi di violenti episodi di guerriglia urbana, le contestazioni dei giovani under 30, che nel Paese costituiscono il 75% della popolazione (su 35,6 milioni di abitanti), si sono estese prima all'ovest, nella metropoli di Oran, e poi ad est, ad Annaba, risparmiata finora dai moti di protesta.
"Urliamo, bruciamo e spacchiamo tutto, perché è l'unico linguaggio che riescono a capire", spiega - riferisce l'agenzia TMNews - un giovane del quartiere di Bab el Oued, considerato il focolaio di tutti i moti del paese maghrebino.
Le proteste sono esplose all'inizio della settimana dopo che, negli ultimi mesi, il costo di beni come farina e olio è raddoppiato raggiungendo livelli record. Un kg di zucchero, che solo pochi mesi fa costava 70 dinari (circa 25 centesimi di euro), oggi costa 150 dinari. A scatenare la rabbia anche il problema della discoccupazione che, se in base alle statistiche ufficiali si attesta al 10 per cento, secondo organismi indipendenti sfiora il 25 per cento.
Sempre nella capitale gruppi di giovani hanno attaccato la polizia con pietre, petardi e bottiglie di vetro. Le forze dell'ordine, equipaggiate con armi pesanti, hanno risposto con cannoni ad acqua e gas lacrimogeni. "Cercano il martire", commenta un altro manifestante.
Resta alta la tensione anche in altri quartieri della capitale, come a Bordj El Kiffan, dove sono stati incendiati alcuni vagoni del tram. A Baraki, riferisce l'agenzia Aps, è stata devastata una fabbrica di televisori che dava lavoro a 300 persone, mentre a Sidi M'Hamed è stato saccheggiato un museo. La stampa locale parla di decine di feriti in tutto il paese.

fonte:http://www.rassegna.it/articoli/2011/01/7/70148/algeria-giovani-in-rivolta-contro-il-carovita

1346 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

EGITTO, RAPPORTO DI AMNESTY SULLA PROCURA PER LA SICUREZZA DELLO STATO

EGITTO, RAPPORTO DI AMNESTY SULLA PROCURA PER LA SICUREZZA DELLO STATO

UN MINACCIOSO STRUMENTO DI REPRESSIONE In un nuovo rapporto sull’Egitto diffuso oggi, Amnesty International ha accusato la Procura suprema per la sicurezza dello stato - responsabile delle indagini sulle minacce alla sicurezza nazionale - di abusare regolarmente delle norme antiterrorismo per annullare le garanzie sul giusto processo e perseguire migliaia di persone che hanno criticato il governo in modo pacifico
EGITTO, ESAME PERIODICO UNIVERSALE ONU: AMNESTY VA DENUNCIATA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI

EGITTO, ESAME PERIODICO UNIVERSALE ONU: AMNESTY VA DENUNCIATA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI

Alla vigilia dell’Esame periodico universale (Universal periodic review - Upr) cui l’Egitto si sottoporrà di fronte al Consiglio Onu dei diritti umani, Amnesty International ha chiesto alla comunità internazionale di pretendere l’immediato rilascio di manifestanti pacifici, attivisti e difensori dei diritti umani imprigionati nella spietata repressione che negli ultimi mesi ha portato in carcere oltre 3800 persone.
HONG KONG, AMNESTY INTERNATIONAL CRITICA I POTERI D’EMERGENZA

HONG KONG, AMNESTY INTERNATIONAL CRITICA I POTERI D’EMERGENZA

Il governo di Hong Kong ha annunciato l’intenzione di applicare - a partire dal 5 ottobre - una legge sui poteri d’emergenza, risalente al periodo coloniale, che vieta la copertura anche parziale del volto durante le manifestazioni pubbliche (salvo che per motivi di salute o di religione) e che autorizza le autorità a procedere ad arresti sommari e a limitare la libertà di espressione e di riunione pacifica.