Martedì, 23 luglio 2024 - ore 20.25

ASST Crema AIDO, un totem itinerante ricorda l’importanza di un Sì

Un totem itinerante tra Comune ed ospedale ricorda l’importanza di sì alla donazione.

| Scritto da Redazione
ASST Crema AIDO, un totem itinerante ricorda l’importanza di un Sì

ASST Crema AIDO, un totem itinerante ricorda l’importanza di un Sì

 Un totem itinerante tra Comune ed ospedale ricorda l’importanza di sì alla donazione.

 È questa l’ultima iniziativa di AIDO Crema in collaborazione con ASST Crema, ATS Val Padana e Comune di Crema Un totem multimediale per promuovere la cultura della donazione di organi e tessuti. È questa l’ultima proposta di AIDO Crema (Associazione italiana donazione di organi e tessuti) per accrescere la sensibilità sul tema.

Come ha spiegato il Presidente Carmine Troiano: “lo strumento fornirà informazioni sulle diverse modalità di manifestazione della volontà alla donazione e darà spazio ad alcune preziose testimonianze di riceventi. Per i contenuti proposti intendo ringraziare Sergio Pariscenti.

 L’aspetto che voglio sottolineare con particolare piacere è la collaborazione che, in relazione a questa iniziativa di comunicazione, si è generata tra i vari enti”. Il totem sosterà per un periodo iniziale di tre mesi presso l’Urp del Comune di Crema e successivamente si sposterà nell’atrio di ingresso del monoblocco ospedaliero di ASST Crema. “Ecco perché desidero, ringraziare il Sindaco di Crema Fabio Bergamaschi e i direttori generali di ASST Crema e ATS Val Padana, Ida Ramponi e Salvatore Mannino, per aver subito sostenuto con entusiasmo questa iniziativa.

É la dimostrazione di quanto l’impegno sul fronte della donazione sia comune al fine di generare una consapevolezza sociale”.

 L’azione si inserisce nell’ambito del recente protocollo siglato dagli enti e dall’associazione, impegnati in interventi sinergici di informazione anche con le scuole. “Serve – spiega ancora Troiano – far comprendere l’importanza del gesto del dono. Fornire il proprio consenso alla donazione in vita rende più veloce e meno complesso il percorso e riduce il numero di opposizioni. Anche un totem può aiutarci a ricordare l’importanza di un sì”. Diverse sono le modalità di manifestazione di volontà alla donazione di organi e tessuti. Si può esprimere la propria volontà in ospedale presso la segreteria della direzione medica o in Comune, contestualmente al rinnovo della tessera d'identità o, ancora, iscrivendosi ad AIDO, associazione che conta 1.453.000 persone in Italia.

 A Crema la percentuale di persone favorevoli alla donazione è degna di nota: “il 74,1 per cento nel 2023 ed il 70,6 per cento dal 2015 ad oggi di dichiarazioni sono favorevoli alla donazione, successo da condividere con AIDO Crema, sempre impegnata a promuovere la cultura della donazione di organi e tessuti in piazza, nelle scuole, con spettacoli musicali e la pubblicazione di testimonianze da parte di pazienti che hanno beneficiato del trapianto” ricorda Troiano. Per il Sindaco di Crema, Fabio Bergamaschi: “è bellissimo poter dare spazio nella casa dei cittadini cremaschi a questa iniziativa. I numeri di persone favorevoli alla donazione aumentano costantemente, in particolare nel nostro comune e questo è indice di una sensibilità in crescita. In passato si era soliti trattare il tema della donazione di organi con una certa ritrosia, perché irrimediabilmente associato alla morte.

  Oggi, invece, i numeri ci dicono che le persone sono più attente, che anche quella del dono è una questione di cultura. È una questione sociale, rispetto alla quale la politica non può esimersi. Il Comune è chiamato a fare la sua parte, tanto come partner di iniziative di informazione, quanto come facilitatore nel momento di manifestazione di volontà alla donazione. Dopo un momento formativo, dedicato agli addetti all’ufficio anagrafe di tutti i comuni dell’ambito, siamo attivi nella promozione della cultura della donazione con gli strumenti a nostra disposizione. Il totem è un mezzo ulteriore che accogliamo con piacere. Grazie ad AIDO per la sempre fattiva collaborazione”. Come spiega il Direttore Generale di ASST Crema, Ida Ramponi: “quello per la cultura del dono deve essere un impegno condiviso che vede, tanto AIDO, quanto ASST Crema coinvolti in prima linea in un’importante attività di sensibilizzazione.

 Questo nuovo strumento che avremo il piacere di ospitare dà voce ad esperienze dirette, il modo a mio avviso più efficace per far comprendere l’importanza di un sì. Anche in questa occasione, siamo felici di camminare accanto ad AIDO per un obiettivo comune, che vede nel lavoro sinergico anche con ATS un buon volano. Serve parlare alla comunità, ai giovani, alle scuole. E serve che ciascuno di noi faccia la propria parte”. “Questo totem informativo - conclude Salvatore Mannino, Direttore Generale dell’ATS della Val Padana - rientra a pieno titolo tra gli obiettivi del Protocollo d’intesa per la realizzazione di percorsi di informazione e sensibilizzazione alla donazione di sangue e midollo e alla donazione e al prelievo di organi e tessuti, fortemente voluto dalla nostra Agenzia e recentemente rinnovato, che ha come scopo fondativo la promozione della cultura della donazione quale atto di responsabilità sociale, civica ed umanitaria.

Tutti i firmatari hanno condiviso il mandato di coinvolgere attivamente ogni componente della società civile, di ogni età, attraverso azioni di promozione e informazione del valore del “dono”, sia per sensibilizzare i cittadini a compiere scelte consapevoli, sia per reclutare nuovi donatori, a partire dai giovani che abbiano compiuto la maggiore età. In tal senso, ringrazio sentitamente il Presidente Troiano, la collega Ramponi ed il Sindaco Bergamaschi, i quali hanno pienamente colto lo spirito di alleanza che deve animare le azioni di sensibilizzazione della popolazione su un tema strategico quale è quello della donazione e lo interpretano in modo esemplare.”

foto : Bergamaschi, Troiano, Ramponi, Mannino, Molinari

 

589 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online