Sabato, 31 ottobre 2020 - ore 19.23

Asst Oggi donazione di staminali da sangue periferico

Oggi la raccolta da un donatore cremonese. Dal 1990 sono 93 le procedure eseguite dal Trasfusionale dell’ASST di Cremona.

| Scritto da Redazione
Asst Oggi donazione di staminali da sangue periferico

Martedì 24 maggio, presso il Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale – diretto dal dr. Massimo Crotti -, è stata effettuata una raccolta di cellule staminali destinate alla donazione.

Ne beneficerà un paziente italiano affetto da leucemia o linfoma in attesa di trapianto. In programma a giugno la terza raccolta del 2017, le cellule in questo caso viaggeranno fino agli Stati Uniti. Dal 1990 sono 93 le procedure legate alla donazione di cellule staminali effettuate presso l’ASST di Cremona.

La particolarità della donazione di oggi?

La rapidità del percorso, fatto di esami, controlli e preparazioni, che ha portato il nostro concittadino da potenziale donatore iscritto al Registro Italiano a donatore effettivo. La prima telefonata di avviso risale ai primi di maggio e dopo soli venti giorni è stata effettuata la raccolta delle cellule staminali da sangue periferico, grazie ad un sofisticato separatore cellulare. Il Centro ricevente aveva richiesto che la procedura si svolgesse in lasso di tempo ristretto. Questo è stato possibile grazie alla disponibilità e collaborazione dimostrate dal donatore e all’impegno, la dedizione del personale del servizio trasfusionale di Cremona.

La donazione di cellule staminali

Negli ultimi quarant’anni, la ricerca scientifica ha permesso di utilizzare le cellule staminali emopoietiche per curare un numero sempre maggiore di malattie del sangue e non solo. I primi trapianti di staminali venivano eseguiti esclusivamente tra fratelli compatibili e solo successivamente, grazie all’istituzione di Registri nazionali e internazionali di donatori volontari, è stato possibile ricorrere a donatori non familiari.

Anche oggi, le prime ricerche di un donatore avvengono inizialmente nell’ambito familiare (generalmente un fratello/sorella).

Tuttavia, la possibilità di identificare un donatore familiare è pari soltanto al 25%. Quindi, per aumentare la probabilità di identificare un donatore compatibile, sono nati in tutto il mondo dei Registri Nazionali, veri e propri archivi collegati tra di loro nei quali figurano le caratteristiche genetiche dei potenziali donatori.

Come diventare donatori di cellule staminali

Per donare le cellule staminali da midollo osseo e da sangue periferico è necessario iscriversi al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (internazionalmente noto come Italian Bone Marrow Donor Registry o IBMDR). 

Per farlo basta rivolgersi alla segreteria del servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale o alla segreteria ADMO (tel 0372 435887 – e-mail trasfusionale@asst-cremona.it ; tel 335 6269454 mail segreteria@admolombardia.org ).

Nella foto parte dell’equipe di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale

1000 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online