Mercoledì, 23 gennaio 2019 - ore 12.01

Aumento tasse volontariato. Dopo le proteste il Governo fa marcia indietro by Gian Carlo Storti

Dopo le innumerevoli proteste di tutto il mondo del volontariato, sia cattolico che laico, Il Governo Conte fa marcia indietro. Ed è il vice Luigi Di Maio che ci mette la faccia.. ( di bronzo ?)

| Scritto da Redazione
Aumento tasse volontariato. Dopo le proteste il Governo fa marcia indietro by Gian Carlo Storti

Aumento tasse volontariato. Dopo le proteste il Governo fa marcia indietro by Gian Carlo Storti

Dopo le innumerevoli proteste di tutto il mondo del volontariato, sia cattolico che laico, Il Governo  Conte fa marcia indietro. Ed è il vice Luigi Di Maio che ci mette la faccia.. ( di bronzo ?)

Infatti Luigi di Maio è costretto a dichiarare : «Quella norma va cambiata nel primo provvedimento utile. Si volevano punire coloro che fanno finto volontariato e ne è venuta fuori una norma che punisce coloro che hanno sempre aiutato i più deboli. Non possiamo intervenire nella legge di bilancio perché si andrebbe in esercizio provvisorio. Ma prendo l’impegno di modificarla nel primo provvedimento utile».

Il che tradotto vuol dire che servirà un decreto legge.

In queste ore è montata una civile protesta. Fra le tante citiamo la dichiarazione  di Padre Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento di Assisi che scrive :  «Il raddoppio dell’aliquota Ires colpisce al cuore il popolo del Poverello».

Sulla stessa lunghezza d’onda arriva la posizione di padre Enzo Fortunato. «L’atto della manovra che si sta consumando in questi giorni pone serissime riflessioni. Si cerca di distruggere il bene, si cerca di destabilizzare chi vuol essere strumento di bontà. Si cerca di tagliare la possibilità di fare di più».

Insomma questo governo giallo-verde che più che creare distrugge si può battere.

Anche Cgil-Cisl-Uil  e i sindacati dei pensionati stanno organizzando momenti di protesta.

Anche il PD si muove .

Insomma la nostra ricetta è una sola: serve una grande mobilitazione nel paese per battere queste politiche  di destra e xenofobe.

 

 

153 visite

Articoli correlati