Sabato, 21 settembre 2019 - ore 19.07

Autostrada Cr-Mn: Maroni la cancelli!

L’altro ieri a Mantova, presso la sede mantovana della regione, si è svolto l’ennesimo incontro istituzionale, chiesto dalla società concessionaria per fare il punto sulla questione della Cr-Mn. L’incontro si è svolto rigorosamente a porte chiuse.

| Scritto da Redazione
Autostrada Cr-Mn: Maroni la cancelli!

All’esterno il nostro sit-in con cartelli e striscioni e la distribuzione di un volantino, consegnato anche ai partecipanti all’incontro. Slogan di fondo: STOP ALLA CR-MN.

Dalla stampa locale abbiamo poi appreso quanto comunicato da Stradivaria nel corso dell’incontro.

Queste le novità:

-Modifica di tracciato nel tratto mantovano dove l’autostrada coinciderà con l’attuale asse tangenziale compoletandolo;

-questo comporterà una nuova cds e l’assoggettamento a VIA con allungamento dei tempi di altri 2 anni;

-la riqualificazione della ex SS10 nel tratto centrale mancante per effetto della cancellazione del completamento del Ti-Bre autostradale: la famosa autostrada col buco!

-I costi lieviteranno da 750 a 822 mln;

Stradivaria spa (che stiamo pagando con soldi pubblici) pur di mantenere la concessione della Cr-Mn è ora disponibile a ripartire da zero, cambiando il tracciato nel tratto mantovano anche con il chiaro intento di "sminare" la questione vincoli sui terreni agricoli che la vedrà di scena il 14 giugno p.v. davanti al TAR Lombardia.

Per noi la strada maestra è quella che la Regione ponga fine a questa vicenda dichiarando DECADUTA (art. 36 lettera f della convenzione di concessione) Stradivaria spa che dimostra di non essere assolutamente in grado di realizzare quel progetto autostradale per il quale si era proposta e che aveva formato oggetto di un bando di gara con caratteristiche ben precise. CHE VANNO RISPETTATE!

I problemi viabilistici di collegamento tra le città di Mantova e Cremona, compresa la tangenziale di Mantova, possono e devono trovare soluzione attraverso la riqualificazione della ex SS10 che ora verrà presa in carico dall'ANAS.

E' nella nuova società ANAS/Regione Lombardia che gestirà 1500 Km di ex strade provinciali (tra cui la ex SS10) che la Regione dovrà mettere quelle risorse che aveva destinato al progetto della Cr-Mn: ben 108 milioni di euro. Ora sicuramente molto meno per quanto già speso da Stradivaria spa.

Il Ministro Delrio ha cancellato (lo ha confermato l'assessore regionale Fava) il completamento del Ti-Bre, sulla base di una verifica dei flussi di traffico e di un’analisi costi-benefici. Sempre il ministro: “Con poche risorse a disposizione verranno realizzate solo quelle opere che sono in grado di autosostenersi tramite i pedaggi”.

Perchè il presidente Maroni, a cui chiederemo un incontro, non cancella la Cr-Mn adottando gli stessi criteri di valutazione, avendo già a disposizione tutti gli elementi per poterlo fare???

Poniamo fine a questa farsa e rivendichiamo il diritto a una mobilità moderna e sostenibile: Ferrovie, ciclabili, trasporto pubblico e riqualificazione della viabilità esistente. Questi progetti autostradali, Cr-Mn e Ti-Bre, ci hanno già fatto perdere almeno 15 anni.            ORA BASTA!!!

 

Piadena, lì 15 aprile 2017

Comitati e Associazioni Ambientaliste del Casalasco-Piadenese e Mantovano

Coordinamento Comitati Ambientalisti Lombardia

966 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online