Martedì, 26 gennaio 2021 - ore 17.03

Baffi (Italia Viva): Bilancio Regionale Lombardia: le mie proposte a difesa dei più fragili

"Auspico che il Consiglio Regionale possa condividere e votare favorevolmente in aula le proposte allegate, affinchè il nuovo anno si apra con una rinnovata attenzione per le persone più fragili e per le loro famiglie” conclude.

| Scritto da Redazione
Baffi (Italia Viva): Bilancio Regionale Lombardia: le mie proposte a difesa dei più fragili

Baffi (Italia Viva): Bilancio Regionale LOMBARDIA : le mie proposte a difesa dei più fragili

“Il tema della disabilità deve tornare al centro dell'agenda di Regione Lombardia anche quando si discute di risorse economiche" dichiara il Consigliere Regionale di Italia Viva, Patrizia Baffi "E dopo essere riuscita a far estendere anche alle strutture per disabili i ristori previsti dalla recente legge regionale per le Unità di Offerta sociosanitarie, torno a farmi portavoce dei bisogni dei più fragili e delle loro famiglie in occasione della discussione di bilancio, che sarà affrontata in aula questa settimana a partire da mercoledì, in cui ho voluto depositare tre ordini del giorno dedicati".

“Con il primo ordine del giorno, che si rivolge alle persone in condizioni di disabilità gravissima, chiedo che si proceda all'eliminazione dell'applicazione del limite ISEE nell'accesso agli aiuti economici previsti dalla Misura B1" evidenzia l’esponente di Italia Viva “Tale requisito, introdotto da Regione Lombardia per la prima volta nel 2020, ha di fatto ridotto la platea dei beneficiari mettendo in situazione di difficoltà le persone con disabilità gravissima e le loro famiglie. Così come auspicato dal Piano Nazionale per la non autosufficienza, infatti, ai fini dell'accesso alle prestazioni per persone in condizione di disabilità gravissima, le stesse dovrebbero essere sottratte alla prova dei mezzi”.

“Il secondo ordine del giorno si rivolge alle persone in condizioni di disabilità gravi e cerca di dare una risposta al grido di richiesta delle famiglie apparso recentemente anche sulla stampa" prosegue Patrizia Baffi“Con questa iniziativa chiedo di prevedere l'estensione dell'accesso ai voucher sociosanitari anche ai beneficiari della Misura B2, in quanto spesso i ragazzi affetti ad esempio da autismo in forme gravi, ma non gravissime, si trovano a dover rinunciare alle terapie offerte da servizi specialistici, in quanto la famiglia non potendosi permettere di pagare le prestazioni, è costretta a mettersi in coda a liste di accesso lunghissime”.

"L'ultimo ordine del giorno, ma non il meno importante, si riferisce alle Unità di Offerta di Riabilitazione Ambulatoriale per minori disabili" sottolinea Patrizia Baffi "Con questo atto chiedo di rendere stabili nel corso del 2021 le sperimentazioni in essere, attraverso l'accreditamento delle stesse, ad accelerare il processo di revisione dei requisiti delle Unità di Offerta Sociosanitarie ex art. 26 per minori con disabilità per pervenire in tempi brevi ad una proposta degli standard gestionali, a prevedere il coinvolgimento di idonee professionalità e a procedere con un adeguamento delle tariffe, ferme ormai dal 2010".

"Auspico che il Consiglio Regionale possa condividere e votare favorevolmente in aula le proposte allegate, affinchè il nuovo anno si apra con una rinnovata attenzione per le persone più fragili e per le loro famiglie” conclude.

Le Misure B1 e B2, sono interventi di sostegno e supporto alle persone con disabilità gravissime o gravi o comunque in condizioni di non autosufficienza e alle loro famiglie per garantire la piena permanenza delle persone fragili al proprio domicilio e nel loro contesto di vita. I requisiti e le modalità di accesso per l'anno 2020 sono stati definiti con la delibera di Giunta Regionale n. 2720/2019, così come modificata dalla DGR 2862/2020.

IL CONSIGLIERE REGIONALE   Patrizia Baffi

476 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online