Lunedì, 30 gennaio 2023 - ore 18.53

Basta con il traffico d'armi verso l'Africa ed i paesi asiaici. L'Italia è al decimo posto fra gli esportatori

L'Italia grazie alla centralità nel Mediterraneo da un lato e all'elevata qualità e affidabilità dei prodotti nostrani offerti dalla Beretta (non solo) dall'altro, è stata in grado di sviluppare un florido commercio di armi con i paesi del Nord Africa

| Scritto da Redazione
Basta con il traffico d'armi verso l'Africa ed i paesi asiaici. L'Italia è al decimo posto fra gli esportatori

Gentile direttore, se ne parla poco. Un argomento spigoloso e riguardosamente sottaciuto dai media. Il traffico di armi tra l'Europa, Stati Uniti e Cina verso l'Africa e i Paesi asiatici. Le spese militari dell'Africa sono andate crescendo costantemente dal 1990 a oggi. Così l'Archivio Disarmo, apre il suo studio sul commercio di armi in Africa. Risulta che l'acquisto di armi nel continente sia passato, in termini reali, dai 17,9 miliardi di dollari del 1998 ai 42,7 del 2013. Pur essendo queste cifre piuttosto approssimative, poiché non tutti i Paesi africani presentano regolarmente bilanci attendibili, comunque indicano una chiara linea espansiva e allarmante. L'Italia, anche con l'attuale governo renzista, tra i primi 10 esportatori di armi al mondo, grazie alla centralità nel Mediterraneo da un lato e all'elevata qualità e affidabilità dei prodotti nostrani offerti dalla Beretta (non solo) dall'altro, è stata in grado di sviluppare un florido commercio di armi con i paesi del Nord Africa i quali, poi, hanno fatto circolare le nostre armi per l'intero continente, facendo sì che oggi ne esportiamo anche in Sud Africa. (...)

Claudio Merlini (Cremona)

1891 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online