Venerdì, 17 settembre 2021 - ore 15.06

Biciclettata per la Resistenza

| Scritto da Redazione
Biciclettata per la Resistenza

CRAC Centro Ricerca Arte Contemporanea associazione non profit
del Liceo Artistico Statale Bruno Munari - Cremona
press release – febbraio 2011
dal 26 febbraio al 20 marzo 2011
opening: sabato 26 febbraio ore 17.00
La Resistenza e la sua luce
CLEO FARISELLI
a cura di Ettore Favini
coordinamento: Gianna Paola Machiavelli e Dino Ferruzzi
nell'ambito del programma FaceOff:
sabato 26 febbraio ore 12.00/13.15 incontro dell'artista con gli studenti, aula Magna del Liceo;
ore 17.00 inaugurazione e primo raduno delle biciclette per la performance;
ore 18.00 raduno generale in p.zza del Duomo e partenza;
ore 18.30, arrivo nella sede locale dell'ANPI di via Foppone 3
“L’immaginazione è politica, ecco ciò di cui dobbiamo prendere atto.”
Georges Didi-Huberman, “Come le lucciole”, pag. 50
La Resistenza e la luce sono i due soggetti che ispirano la mostra, a partire dal titolo, tratto da una poesia di Pasolini dedicata alla Resistenza Partigiana. La mostra gravita attorno a tre interventi molto diversi tra loro, animati da una tensione poetica e concettuale comune, e da un approccio trasversale all’immagine.
Nella sala, una mappa del cielo completamente bianca in cui, come una scrittura in braille, le stelle sono modellate in rilievo nella carta.
La relazione con la Resistenza è poetica: se la vista è privata, è l’immaginazione a trovare la luce. Una dimensione interiore, quasi una bioluminescenza, nonostante l’oscurità, o l’abbaglio, della dittatura. La scelta di resistere è paragonata alla possibilità di avvicinare qualcosa che appare lontanissimo: la distanza siderale degli astri si annulla idealmente al tatto.
Il secondo intervento nella sala è un’installazione che non trova posto nello spazio, ma le cui parti sono passate di mano in mano tra un piccolo gruppo di spettatori, per essere poi riposte. Una sequenza precisa di oggetti dà vita a un “accordo” di senso, una narrazione effimera e inconsueta, suggestionata dai racconti partigiani.
Se le due opere al CRAC vivono di una dimensione intima e individuale, il terzo elemento della mostra si realizza in una dimensione di estesa inclusività.
Il giorno dell’inaugurazione 134 ciclisti (il numero dei ragazzi cremonesi partiti partigiani) percorreranno un tragitto equipaggiati con una o più luci portatili, a dare vita a un lungo serpente luminoso. Chiunque è invitato a partecipare a questo “monumento effimero”, vivo e festoso, che sfilerà per le vie di Cremona illuminandole all’imbrunire, per poi concludersi in un momento conviviale alla sede dell’ANPI.
apertura: da lun. a ven. ore 10.00 – 16.00 sab. ore 10.00 – 13.00 e su app., festivi chiuso
patrocinio: Comune e Provincia di Cremona, Ufficio Scolastico Territoriale XIII di Cremona
sede e informazioni: CRAC Centro Ricerca Arte Contemporanea - Liceo Artistico Statale "Bruno Munari" Via XI Febbraio 80 – Cremona
tel/fax 0372 34190 – cell. 347 7798839 crac.cremona@artisticomunari.it www.crac-cremona.org

1484 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria