Domenica, 16 dicembre 2018 - ore 20.19

Bonaldi cambia opinione sul candidato Sindaco del Pdl|A.Agazzi

| Scritto da Redazione
Bonaldi cambia opinione sul candidato Sindaco del Pdl|A.Agazzi

"Mi complimento con Te, Antonio; la Tua mi pare una vittoria pulita e mi auguro, per il bene della città, che segni un progresso anche nel Tuo schieramento.
Posso garantire che, da parte mia, sarà una campagna elettorale fondata sulle idee e non sugli attacchi personali e così mi aspetto anche da Te".
Solo pochi giorni orsono Stefania Bonaldi, candidata a Sindaco per lo schieramento di sinistra, postava sul mio profilo di facebook tale cavalleresco saluto al sottoscritto, reduce dall'affermazione alle primarie svoltesi Domenica 11 Marzo u.s..
Mi è parso un modo benaugurante di avviare la campagna elettorale, ancorchè depotenziato da una presa di posizione del Venerdì precedente che, ingerendo nelle primarie altrui con giudizi di favore per questo o quel concorrente, lasciava qualche dubbio circa la veridicità delle intenzioni.
Dubbio che comincio a fugare, ahimè, necessariamente, a causa di comunicati-stampa che, se non smentiti dalla candidata a Sindaco, non possono essere ascrivibili solo allo zelo di qualche ufficio stampa.
L'occasione, nello specifico, è la presentazione, ormai imminente, al Consiglio Comunale di Crema, del Bilancio previsionale, l'ultimo dell'Amministrazione Bruttomesso che - nel comunicato-stampa della Bonaldi - diventa, ovviamente, Amministrazione Bruttomesso-Beretta-Agazzi.
Come la Bonaldi sa, essendo ancora il mio Vice-Presidente del Consiglio Comunale, Antonio Agazzi - Presidente del Consiglio Comunale - ha esercitato, appunto, solo tale funzione, in questi cingue anni, non essendo e non potendo essere parte della Giunta Comunale: è come voler far entrare nel Governo i Presidenti delle Camere!
Meravigliano comunicati stampa così rivelatori di scarsa cultura istituzionale.
Ma, forse, c'era da aspettarselo: solo Antonio Agazzi poteva avere l'eleganza di non sollevare, per un'intera tornata amministrativa, la questione, pur pertinente, dell'inopportunità che il Capo Gruppo di un Partito svolgesse contemporaneamente la funzione istituzionale di Vice-Presidente del Consiglio Comunale.
A me è capitato di essere Vice-Presidente del Consiglio Comunale,con Enrico Fasoli Presidente: naturalmente non ero, in contemporanea, Capo Gruppo.
Resta, invece, il fatto che il Presidente del Consiglio Comunale, in quanto Consigliere, vota i Bilanci previsionali ma, ovviamente, non li predispone..
In ogni caso, inviterei Stefania a essere meno demagogica: fare i Bilanci, nei prossimi anni, non sarà cosa agevole nè per Lei, nè per me.

Antonio Agazzi

1325 visite

Articoli della stessa categoria