Lunedì, 27 giugno 2022 - ore 09.53

Centro Occhi Azzurri :'Sindaco, il progetto è bellissimo ma perché proprio lì?'

Una nota di Andrea Virgilio sul progetto Centro Riabilitativo Occhi Azzurri Onlus nel Parco del Morbasco pubblicata sulla pagina FB di Gianluca Galimberti

| Scritto da Redazione
Centro  Occhi Azzurri  :'Sindaco, il progetto è bellissimo ma perché proprio lì?'

Centro Riabilitativo Occhi Azzurri Onlus, 'Sindaco, il progetto è bellissimo ma perché proprio lì?'

Potevamo scegliere un’altra zona, dunque? No o almeno non nell’immediato perché aspettare voleva dire non realizzare il progetto.

Una nota di Andrea Virgilio  sul progetto Centro Riabilitativo Occhi Azzurri Onlus nel Parco del Morbasco pubblicata sulla pagina FB di Gianluca Galimberti

----------------

In queste settimane ho raccolto alcune perplessità da parte di cittadini circa la collocazione nel Parco del Morbasco del nuovo Centro Riabilitativo Occhi Azzurri Onlus, luogo di ritrovo, riabilitazione e animazione per bambini e adulti con diversi tipi di disabilità.

Partiamo dalla premessa. Il centro, per le caratteristiche dell’attività e per la volontà dell’Associazione, andava collocato in un’area verde. Abbiamo esaminato le possibili aree comunali a disposizione prendendo in considerazione ad esempio le Colonie Padane (ma sono vincolate dalla Soprintenza), l’ex campeggio (è in zona golenale), il parco del Vecchio Passeggio (non ci sono gli spazi), aree agricole varie (occorreva una variante urbanistica).

Poi abbiamo proposto quest'area del Parco del Morbasco, resa edificabile da un piano integrato del 2011 che prevedeva piccoli lotti con determinate caratteristiche architettoniche e con finalità sociali. In origine lì, infatti, doveva sorgere la sede degli scout, poi collocata all’ex campeggio.

 Abbiamo approfondito il progetto di Occhi azzurri: una superficie coperta limitata e ad un solo piano, materiali e strutture compatibili col contesto e a basso impatto ambientale, attività a fortissima valenza sociale, alto coinvolgimento del territorio. Tutte caratteristiche coerenti con il piano integrato per quell’area.

Ora due precisazioni su questioni importanti. La struttura sorgerà in un’area non piantumata e ci sarà una sbarra che contingenterà e limiterà il transito di veicoli.

 Potevamo scegliere un’altra zona, dunque? No o almeno non nell’immediato perché aspettare voleva dire non realizzare il progetto. Un progetto all’avanguardia, molto importante per la città, che sta coinvolgendo davvero tantissimi bambini, famiglie, cittadini e realtà!

Andrea Virgilio

Fonte : pagina FB di Gianluca Galimberti

Cr 22 giugno 2022

172 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online