Domenica, 26 giugno 2022 - ore 21.48

CODACONS CREMONA: NUOVO CASO DI TRUFFA E RISPARMIO TRADITO. VENDUTI STRUMENTI FINANZIARI FASULLI.

L’INCONTENIBILE RABBIA E AMAREZZA DEI CONSUMATORI! DENUNCIATE SENZA INDUGIO QUESTE ASSOCIAZIONI TRUFFALDINE!

| Scritto da Redazione
CODACONS CREMONA: NUOVO CASO DI TRUFFA E RISPARMIO TRADITO. VENDUTI STRUMENTI FINANZIARI FASULLI.

CODACONS CREMONA: NUOVO CASO DI TRUFFA E RISPARMIO TRADITO. VENDUTI STRUMENTI FINANZIARI FASULLI.

L’INCONTENIBILE RABBIA E AMAREZZA DEI CONSUMATORI! DENUNCIATE SENZA INDUGIO QUESTE ASSOCIAZIONI TRUFFALDINE!

Cremona: Da giorni ci arrivano segnalazioni da parte di parecchi consumatori cremonesi: disperati, raccontano di una truffaldina associazione, che si occupava della raccolta e gestione di risparmi -non autorizzata- che, raggirandoli, ha loro venduto strumenti finanziari fasulli a struttura piramidale, con il meccanismo della catena di Sant’Antonio. L’organizzazione truffaldina è stata sgominata dalla Guardia di Finanza, che ha eseguito il sequestro preventivo di beni per un milione e mezzo di euro. L’accusa della Procura della Repubblica nei loro confronti è quella di truffa aggravata nei confronti di vittime sparse per l’intero territorio nazionale. Alle ignare vittime, che avevano consegnato somme di denaro, veniva promesso un rendimento degli investimenti fino al 40%: un tasso di interesse particolarmente allettante. I membri dell’associazione incameravano, quindi, le somme e, al fine di rendere più credibile il raggiro, provvedevano al rimborso, solo parziale, in piccole tranche e mediante ricariche su carte prepagate. A fronte delle somme ricevute a titolo di investimento, gli indagati facevano in modo che i soggetti truffati stipulassero polizze assicurative fittizie a garanzia degli investimenti, riuscendo così a incamerare indebitamente ulteriori somme di denaro.

Tali falsi piani assicurativi, oltre a dare una parvenza di garanzia all’investimento, incoraggiavano i potenziali clienti a stipulare altri contratti di partecipazione all’interno di strutture piramidali (Multi level marketing), tra le quali i networks “Adamax“, “Unetenet“, “TelexFree” e “Lirbertagià“.

Codacons: “Non c’è limite al peggio e i malcapitati consumatori sono, ancora una volta, vittime. Questa volta, a farla da padrone, è il sistema di pacchetti di affiliazioni e di vendite, tipico dello Schema Ponzi, che prospetta agli investitori un rendimento proporzionale alla capacità di reclutamento di nuovi sottoscrittori dei piani di investimento. In realtà, i lestofanti, rimborsavano ai malcapitati clienti solo una parte dei versamenti, trattenendo gran parte delle somme investite. Un metodo illegale che, però, ha reclutato tantissimi consumatori allettati dagli alti tassi di rendimento e dalla possibilità di essere parte della struttura: più recluti nuovi risparmiatori, più guadagni! Questo era l’imperativo fraudolento inculcato nei poveri risparmiatori! Risparmio tradito e truffa: da anni, il Codacons lotta per combattere questa piaga sociale che, sotto i più disparati abiti, miete vittime. Combattiamo insieme! Denunciamo e chiediamo il risarcimento dei danni patiti! Siamo con voi ogni giorno, a disposizione per raccogliere denunce, segnalazioni e per richiedere consulenze bancarie e finanziare, al fine di ottenere il risarcimento dei danni,  on line e a distanza al n.ro 3479619322 – codacons.cremona@gmail.com ”.

1034 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online