Domenica, 24 giugno 2018 - ore 22.43

Come si orientano i giovani per decidere chi votare? Di Gian Carlo Storti

Un amico, professore universitario che insegna sia in Italia che all’estero, mi ha inviato lo schema che vedete pubblicato che gira sui telefonini dei suoi studenti.

| Scritto da Redazione
Come si orientano i giovani per decidere chi votare? Di Gian Carlo Storti

Come si orientano i giovani per decidere chi votare? Di Gian Carlo Storti

Un amico, professore universitario che insegna sia in Italia che all’estero, mi ha inviato lo schema che vedete pubblicato che gira sui telefonini dei suoi studenti.

Sembra che tale schema, non si sa compilato da chi, abbia molto successo e sia oggetto di discussione fra gli stessi studenti per decidere  chi votare.

Da qui alcune considerazioni.

I giovani, come del resto tutti i cittadini, desiderano avere cose semplici  , induttive su cui ragionare. Non seguono le noiosissime  trasmissioni elettorali – che stufano anche noi 60enni-, cercano e vanno alla ricerca imput veloci e chiari.

Ed in effetti se partite dall’inizio  il ‘gioco’ ti pone la prima domanda… ‘sei razzista?’ e da lì inizi il tuo percorso ed in ragione di quello che pensi di essere alla fine decidi per chi votare.

Il ‘gioco’ però non è una cazzata.. è un tentativo di semplificazione estrema  ed – a mio avviso- un motivo di riflessione dei comunicatori dei vari partiti che dovrebbero ‘insegnare ‘ ai loro leader come ‘vendere’ il prodotto politico evitando di fare promesse mirabolanti a cui nessuno crede più.

Poi è ovvio  ognuno vota come vuole.. Io che non sono razzista ed antifascista  ho tre possibilità di voto: o la piccola colazione di  centrosinistra guidata dal PD, o Liberi e Uguali o  Potere al Popolo ( che nel grafico non è citato).

Questo però non mi basta .. Ho bisogno di altre declinazioni più ‘raffinate’.

Insomma abbiamo ancora tempo per ragionarci su.

Buona riflessione a tutti.

 

1661 visite

Articoli correlati