Sabato, 14 dicembre 2019 - ore 06.54

Contratto di Fiume della Media Valle del Po, altro passo avanti per la sottoscrizione

Durante l’incontro si è parlato anche del nuovo programma di navigazione fluviale da redigere in accordo con l’AssoCanottieri e la Camera di Commercio di Cremona.

| Scritto da Redazione
Contratto di Fiume della Media Valle del Po, altro passo avanti per la sottoscrizione

Cremona, 13 novembre 2019 – Coordinato dal Vice Sindaco Andrea Virgilio, affiancato dalla dirigente del Settore Area Omogenea Mara Pesaro, si è svolto in Comune l’incontro di lavoro nell’ambito del percorso avviato da tempo per giungere alla sottoscrizione del Contratto di Fiume della Media Valle del Po. Erano presenti alla riunione Luca Ferrarini, Sindaco di Bonemerse, Filippo Bongiovanni e Giovanni Leoni, rispettivamente Sindaco e Vice Sindaco di Casalmaggiore, Graziella Locci, Sindaca di Castelverde, Andrea Castelvecchio, Vice Sindaco di Crotta d'Adda, Kendra Barbotta, Vice Sindaca di Gerre de' Caprioli, Alessandro Gozzi, Sindaco Martignana di Po, Attilio Zabert e Francesca Soldi, Sindaco e Vice Sindaca di Pieve d'Olmi, Davide Persico, Sindaco di San Daniele Po, Francesca Maria Viccardi, Sindaca di Sesto ed Uniti, Roberto Lazzari, Sindaco di Spinadesco, Roberto Mariani, Sindaco di Stagno Lombardo, Gimmi Distante e Daniele Migliorati, Sindaco e Assessore di Monticelli d'Ongina, e Maurilio Segalini, Presidente di AssoCanottieri Cremona. All’ordine del giorno la presentazione della bozza del Contratto di Fiume, della bozza del Piano di Azione, nonché della bozza del Protocollo d'Intesa Navigazione 2020-2025 in vista della riunione del Tavolo tecnico dedicato al turismo.

In particolare i rappresentanti dei vari Comuni si sono confrontati sulle attività da inserire nel Piano d'Azione che è la concreta declinazione del Contratto di Fiume. Infatti, il lavoro svolto in questi anni attraverso un forte spirito di collaborazione prevede che vengano concordati interventi e attività di promozione che tengano conto delle esigenze di ogni ente coinvolto e siano coordinate attraverso azioni condivise per il miglioramento della qualità di vita dei residenti, l'accrescimento della qualità e della competitività delle imprese che operano nel settore del turismo e dei servizi legati al fiume Po. I Comuni, entro le prossime settimane, integreranno il Piano d'Azione e il documento verrà poi condiviso con i portatori di interesse locali.

Tra le attività che saranno tema del confronto un ruolo importante lo riveste naturalmente la navigazione fluviale e la sua gestione lungo l'asta del Po interessata dal Contratto. Durante l’incontro si è infatti parlato anche del nuovo programma di navigazione fluviale da redigere in accordo con l’AssoCanottieri e la Camera di Commercio di Cremona.

E' motivo di grande soddisfazione constatare il forte interesse per queste innovative strategie di sviluppo da parte di tutti i sindaci e la loro disponibilità a lavorare insieme creando così una sinergia efficace”, dichiara al termine della riunione il Vice Sindaco Andrea Virgilio che aggiunge: “Mai come in questo momento le aree rivierasche del grande fiume sono oggetto di attenzione da parte delle comunità locali per valorizzarne le caratteristiche e contribuire al loro rilancio economico sostenibile attraverso nuovi sistemi di governance volte a valorizzare il lavoro di rete che è stato pazientemente realizzatoLa Media Valle del Po è interessata infatti dalle attività per il Contratto di Fiume che si interfacciano con il sistema di maggiori dimensioni che è l'area riconosciuta Mab Unesco Po GrandeProseguiamo pertanto a pieno ritmo nella direzione tracciata sin dall’inizio di questo percorso: un tema come quello del rilancio del bacino del fiume Po va affrontato attraverso una condivisione di tutti i territori interessati, prendendo spunto anche dalle buone pratiche che in altri contesti hanno portato a dare vita ad un contratto di fiume, che si configura come strumento di programmazione negoziata strettamente connesso a processi di pianificazione strategica per la riqualificazione dei bacini fluviali”.






 

75 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online