Sabato, 24 febbraio 2024 - ore 10.36

(CR) Pianeta Migranti. ‘DESIDERI’ mostra fotografica di giovani immigrati locali

La mostra nasce dalla raccolta di storie di giovani immigrati del cremonese-casalasco tra i15 ai 26 anni, nati qui, che studiano e lavorano

| Scritto da Redazione
(CR) Pianeta Migranti. ‘DESIDERI’ mostra fotografica di giovani immigrati locali


(CR) Pianeta Migranti. ‘DESIDERI’ mostra fotografica di giovani immigrati locali

Una serie di immagini suggestive accompagnano le parole dei migranti di seconda generazione che vivono nelle nostre comunità tra lavoro sfruttato, desiderio di legalità e di cittadinanza.

La mostra nasce dalla raccolta di storie di giovani immigrati del cremonese-casalasco tra i15 ai 26 anni, nati qui, che studiano e lavorano per potersi sostenere o per aiutare le loro famiglie.

Già da minorenni, conoscono le fatiche del lavoro nero e sfruttato nei campi, per la raccolta di pomodori, meloni e ortaggi. Lavorano anche 10 -12 ore al giorno per paghe irrisorie, senza poter rivendicare un giusto compenso e ottenere condizioni di lavoro meno disumane.

Accomunati dagli stessi problemi lavorativi, questi ragazzi hanno formato un gruppo per confrontarsi e riflettere insieme. Si sono poi avvicinati ai volontari delle Comunità Laudato Si del Casalasco e di Cremona chiedendo di poter scrivere le loro storie in alcuni quaderni e poi in un libro, al fine di rompere il silenzio che li rende invisibili.

Vogliono fa sentire la loro voce; vogliono liberarsi del lavoro sotto ricatto, degradante, spesso simile al caporalato, e avere un lavoro che rispetti la loro dignità. Considerano il lavoro una chiave di accesso all’inserimento positivo nelle comunità locali alle quali, per altro, stanno già dando un loro contributo partecipando ad alcune attività di volontariato ambientale.

Chiedono di essere ascoltati e invitano le realtà di società civile, gli organismi sociali,  gli enti locali e la politica a intraprendere iniziative adeguate ad arginare la “piaga diffusa” dello sfruttamento lavorativo che, come è risaputo, colpisce maggiormente gli stranieri.

I volontari delle Comunità Laudato Si, insieme all’Arci Comitato di Cremona, al Centro AUP Pinoni hanno risposto rilanciando le loro voci, all’interno del recente Festival dei Diritti del CSV Lombardia Sud, attraverso la mostra DESIDERI.

Nei 19 pannelli esposti, oltre ai loro vissuti lavorativi, si ricorda che la Costituzione pone il lavoro a fondamento della Repubblica e che attorno ad esso si edifica la democrazia e l’intero patto sociale. Ogni persona è chiamata a “concorrere al progresso materiale o spirituale della società” (art. 4 Costituzione). Ogni lavoro deve “assicurare un’esistenza libera e dignitosa”(art. 36, sulle retribuzioni). Ne consegue che se c’è lavoro sfruttato, povero, nero o se c’è disoccupazione, è la democrazia stessa ad entrare in crisi; vengono minati i diritti dei cittadini e con essi, viene meno anche la “sovranità”popolare (art. 1).

Solo il lavoro dignitoso è la via che permette alle seconde generazioni di immigrati di fare parte del tessuto economico e sociale e quindi di integrarsi nelle comunità locali dove sono nati e intendono vivere, ma non da cittadini di serie B. Perché ciò avvenga, è necessaria una forte azione di legalità, di tutela dei diritti, di formazione professionale, di programmazione politica che consenta di incanalare le loro capacità su lavori decenti, giusti e rispettosi della vita delle persone.

Questo è il messaggio centrale che intende lanciare la mostra ‘DESIDERI’ che offre buoni spunti di riflessione, di dibattito e di impegno.

Una mostra che si presta facilmente ad essere esportata in altri punti del territorio.

Per eventuale prenotazione, telefonare al n. 3809071001

La mostra è visibile a Palazzo DueMiglia di Cremona fino al 7 dicembre.

791 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online