Venerdì, 01 marzo 2024 - ore 16.15

Crema, caratteristiche del servizio igiene urbano: Piloni si rivolge a SCRP

L’Assessore cremasco all’Ambiente ricorda alla partecipata le caratteristiche della città

| Scritto da Redazione
Crema, caratteristiche del servizio igiene urbano: Piloni si rivolge a SCRP

Nei giorni scorsi, l’Assessore cremasco all’Ambiente Matteo Piloni ha inviato ai vertici di SCRP una propria nota relativa alla gara del servizio di igiene urbana che la società sta predisponendo. È da poco terminata, infatti, la prima fase di gara e sono state raccolte le tre proposte iniziali dei candidati. L’obiettivo dell’Assessore, peraltro portato all’attenzione della partecipata dallo stesso una prima volta lo scorso febbraio, è quello di tenere alta l’attenzione di SCRP alle diverse e specifiche caratteristiche di una città ampia e articolata quale è Crema.

Crema, infatti, con una popolazione di circa 35 mila abitanti, presenta alcune specifiche caratteristiche che la differenziano dalle restanti realtà territoriali. E queste caratteristiche, sostiene l’Assessore, devono essere tenute in buona considerazione. Piloni ha citato quali esempi l’ampio centro storico, gli insediamenti abitativi di grandi dimensioni, le diverse aree artigianali e industriali, i centri commerciali, le grandi aree verdi attrezzate ma anche le tante manifestazioni (si pensi al Carnevale o alle fiere annuali) che avvengono in città. Non è stato tralasciato di ricordare anche i servizi pubblici comprensoriali permanenti come le scuole superiori, l’università, l’ospedale, gli Istituti di lunga degenza e ricovero ma anche i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, il teatro, le stazioni di bus e di treni, le attrezzature sportive. Tutte realtà che richiamano un flusso eccezionale di pubblico, specie in specifiche ore della giornata o in alcuni giorni della settimana. Alla luce di questi dati, l’Amministrazione auspica che vengano poste in essere alcune valutazioni specifiche da parte di chi si propone come affidatario del servizio di igiene urbana.

«I cittadini cremaschi, e l’Amministrazione comunale con loro», spiega Piloni, «chiedono di avere dei servizi che siano all’altezza delle loro aspettative e delle loro esigenze: vogliamo una città pulita, bella anche nell’utilizzo del materiale dedicato alla raccolta differenziata; che il compito dei cittadini sia semplificato e agevolato, soprattutto ricorrendo anche all’utilizzo di moderne tecnologie».

L’Assessore, nella nota, cita anche aspetti che riguardano tutti i soggetti coinvolti dalla gara, non solo Crema. Temi importanti quali la necessità di avere da chi erogherà il servizio qualità e gentilezza nelle relazioni con gli utenti, magari sottoscrivendo una vera e propria carta degli utenti, ma anche miglioramento continuo delle prestazioni lungo tutta la durata contrattuale, codificando il processo con certificazione di qualità del servizio. Una richiesta di attenzione a 360 gradi in cui l’amministrazione di Crema si rende anche disponibile a verificare la possibilità di farsi carico degli eventuali costi aggiuntivi rispetto al servizio-standard che verrà offerto dai tre candidati. Questo per non appesantire ingiustamente sugli altri comuni del territorio.

1078 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria