Lunedì, 20 novembre 2017 - ore 23.47

Crema Fototrappole contro abbandono rifiuti

Linea Gestioni e Comune di Crema hanno firmato una convenzione grazie alla quale la società concede in comodato d’uso gratuito due foto-trappole per la prevenzione e il controllo dell’abbandono rifiuti nel territorio comunale. Si tratta di veri e propri occhi elettronici, mobili, mimetici, a disposizione della polizia locale per individuare questo genere di reato ambientale.

| Scritto da Redazione
Crema Fototrappole contro abbandono rifiuti

Linea Gestioni e Comune di Crema hanno firmato una convenzione grazie alla quale la società concede in comodato d’uso gratuito due foto-trappole per la prevenzione e il controllo dell’abbandono rifiuti nel territorio comunale. Questi strumenti mobili verranno dati in gestione al corpo di polizia locale, che deciderà di volta in volta dove sistemarli e come usarli.

Lo schema di contratto tra Linea Gestioni e Comune è un contratto di comodato d’uso di beni mobili, sottoscritto ufficialmente il 9 novembre: la società di via del Commercio ha messo a disposizione questi strumenti in grado di fotografare e filmare in ore notturne, di inviare in tempo reale le immagini e di conservarle in una memoria, un sistema efficace di contrasto ai reati ambientali che d’ora in avanti sarà a disposizione, gratuitamente e a tempo indeterminato, del comando di polizia locale.

“Dopo l’agente ambientale, l’azione di pulizia della Paullese, le ecoazioni, un’altra iniziativa di contrasto”, commenta l’assessore all’Ambiente Matteo Piloni, “che integra quanto già in corso. Su questo tema non si arretra anzi si avanza con tutto ciò di cui si può disporre, sia in termini di azioni attive, che di educazione e prevenzione, sia con l’intervento umano, anche volontario, sia con il controllo come in questo caso”.

“Tra le linee strategiche dell’azienda”, sottolinea Primo Podestà, direttore di Linea Gestioni, “vi è senza dubbio, e da sempre, l’impegno a promuovere una visione dell’ambiente che si traduca in comportamenti sostenibili da parte dei cittadini. Abbiamo sperimentato che promuovere la logica del decoro urbano innesca un circolo virtuoso grazie al quale gli indicatori della tutela ambientale risultano in continuo miglioramento. Ecco perché continueremo ad impegnarci in proposte di attività

180 visite

Articoli correlati