Lunedì, 20 novembre 2017 - ore 23.48

Crema I continui controlli sulla piscina impediscono gestione ordinaria della struttura

Gentili,La presente per sensibilizzare la vostra attenzione sulle difficoltà con le quali Sport Management si trova a operare nella gestione dell’impianto natatorio di Crema (CR).

| Scritto da Redazione
Crema I continui controlli sulla piscina impediscono  gestione ordinaria della struttura

Crema I continui controllo sulla piscina impediscono  gestione ordinaria della struttura

Gentili,La presente per sensibilizzare la vostra attenzione sulle difficoltà con le quali Sport Management si trova a operare nella gestione dell’impianto natatorio di Crema (CR).

Venerdì 10 novembre presso il centro si è ripresentata l’ATS con due funzionari, giunti in impianto su chiamata, dotati di fotometro per la rilevazione dei valori delle acque delle piscine. I tecnici hanno effettuato i prelievi necessari e hanno rilevato che i parametri di balneazione e delle temperatura esterna del piano vasca fossero conformi alle norme e in linea con i dati rilevati nell'arco della giornata dal nostro personale. I funzionari dell’ATS hanno inoltre richiesto copia del registro valori corrispondente alla giornata stessa. Oltre ai normali controlli di routine, sono stati esaminati anche gli acidi isocianurici e il cloro combinato.

Tutta queste serie di verifiche ci fanno ritenere che non si tratti più di controlli istituzionali, ma legati a motivazioni personali da parte di alcune società del territorio. Sport Management vorrebbe semplicemente avere la possibilità di gestire serenamente l’impianto natatorio di Crema, per dimostrare la qualità dei servizi offerti e senza essere trascinata in questioni che nulla hanno a che fare con la normale quotidianità di un centro natatorio.

Pertanto a breve i vertici della nostra azienda richiederanno un incontro con l’Amministrazione Comunale e nella fattispecie con il Sindaco di Crema Stefano Bonaldi, per capire se il Comune potrà darci indicazioni su quest’assurda vicenda che ci impedisce di lavorare serenamente.

338 visite

Articoli correlati