Domenica, 23 gennaio 2022 - ore 03.06

Crema, Polizia Locale impegnata nel contrasto ai furti di rifiuti elettronici

Il Sindaco Bonaldi: «Manterremo alta e costante la nostra attenzione al fenomeno»

| Scritto da Redazione
Crema, Polizia Locale impegnata nel contrasto ai furti di rifiuti elettronici

Nei giorni scorsi, la Polizia Locale di Crema ha portato a termine un intervento complesso condotto in via Colombo presso la piattaforma comunale, finalizzato al contrasto dei furti di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE). Il comando di Polizia Locale, per contrastare il fenomeno generale dell’abbandono di rifiuti sul territorio, ha da tempo costituito un Nucleo Ambientale, guidato dal Vicecomandante Michele Petrella, che, in collaborazione con l’Agente Ambientale, si impegna a prevenire e sanzionare tali fenomeni. Si stano riscontrando ottimi risultati e sono state emesse anche recentemente notizie di reato, a carico di noti, alla Procura della Repubblica di Cremona.

Da alcuni mesi, tuttavia, la piattaforma comunale è oggetto di saccheggi organizzati. Alcuni malviventi l’hanno presa di mira con lo scopo di sottrarre batterie e apparecchiature elettroniche con un minimo valore commerciale. L’azione criminosa avveniva mediante l’uso di tessere per l’accesso intestata ad altre persone e con una precisa organizzazione che prevedeva ispezioni preliminari, eliminazione di ostacoli e sottrazione tramite l’uso di un veicolo furgonato. La Polizia Locale ha avuto anche notizia anche di minacce perpetrate ai danni del personale addetto alla sorveglianza della struttura. La denuncia sporta dal Legale Rappresentante di LGH ha così permesso alla Polizia Locale di strutturare interventi mirati, identificare i ladri e contestualmente informare la Procura di Cremona.

I protagonisti di questa operazione sono stati il Vicecommissario Michele Borella, il Sovrintendente Angelo Imperatori e l’Agente Scelto Luca Familiare. Questi, dopo lunghi appostamenti, hanno individuato i due cittadini stranieri responsabili dei furti e hanno sequestrato la refurtiva.

La caccia ai RAEE è, oggigiorno, un fenomeno diffuso che coinvolge tutta la penisola, ed è alimentato dal valore di alcuni componenti che possono essere recuperati, come i compressori per i frigoriferi dismessi, ma anche dal contenuto di materiali pregiati – si pensi al rame o al nichel – che incontrano una domanda crescente sul mercato clandestino. «Oltre a un problema di sicurezza che abbiamo inteso contrastare in modo puntuale e fermo», ha spiegato il Sindaco di Crema Stefania Bonaldi, «i furti di RAEE comportano danni ambientali perché viene fatto dai malfattori un riciclo parziale e approssimativo dei rifiuti, di cui vengono recuperate le parti nobili e disperse quelle inquinanti come oli e refrigeranti. Ringrazio la Polizia Locale che ha saputo agire con prontezza e assicuro la cittadinanza che la nostra attenzione al fenomeno rimarrà alta e costante».

724 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria