Lunedì, 27 settembre 2021 - ore 23.57

Cremona Da settembre nidi e scuole infanzia comunali pronti ad accogliere

Lo scorso 22 giugno è stata infatti pubblicata la graduatoria di assegnazione dei nuovi posti negli asili nido comunali

| Scritto da Redazione
Cremona Da settembre nidi e scuole infanzia comunali pronti ad accogliere

Cremona Da settembre nidi e scuole infanzia comunali pronti ad accogliere bambini e bambine

Cremona, 22 luglio 2021 – Da settembre nidi e scuole infanzia comunali saranno pronti ad accogliere bambini e bambine della fascia di età 0/6 anni. Lo scorso 22 giugno è stata infatti pubblicata la graduatoria di assegnazione dei nuovi posti negli asili nido comunali, mentre le iscrizioni alla scuola infanzia si sono concluse lo scorso mese di gennaio.

Sono 165 le nuove richieste ai nidi comunali di cui ad oggi ne sono state accolte 120. Tenuto conto delle rinunce e dei cambi sede, sono rimasti solo 22 bambini in lista di attesa, bambini che si ritiene in ogni caso di poter progressivamente collocare. Per l’anno scolastico 2021/22 nei quattro nidi comunali saranno attivate 2 sezioni lattanti, 3 sezioni semidivezzi, 5 sezioni divezzi e 4 sezioni miste per un totale di 220 posti. Dal 1° settembre al 31 ottobre 2021 saranno riaperte le iscrizioni ai nidi per eventuali inserimenti che inizieranno dal mese di dicembre 2021. Queste cifre indicano che al momento non vi sono variazioni significative della domanda rispetto agli anni scorsi.

Si sono già svolti, sia in presenza che con modalità da remoto, gli incontri con i genitori dei nuovi iscritti, uno per ogni nido, durante i quali sono stati illustrati i principali indirizzi pedagogici e spiegate le modalità organizzative del servizio, comunicate le date fissate per l’inizio del percorso di inserimento, caratterizzato da una organizzazione prevalente in outdoor e da una gestione innovativa volta ad accompagnare il bambino nel percorso di ambientamento. Sono state inoltre fornite le principali indicazioni relative alle misure per contenere il contagio da Covid-19 da applicare nei contesti educativi. Nel mese di settembre, tutti i genitori dei bambini iscritti ai servizi da 0 a 6 anni potranno partecipare ad un incontro di approfondimento online tenuto dall’infettivologa Claudia Balotta nel corso del quale saranno affrontate le tematiche inerenti, ad esempio, la situazione pandemica e le sue possibili evoluzioni, i vaccini e le varianti.

Per quanto riguarda le scuole infanzia comunali, i nuovi iscritti già accolti sono 246. Vi sono ancora richieste da parte di ritardatari o di genitori che hanno appena cambiato residenza. 46 sono ad ora i bambini in lista d’attesa da ricollocare eventualmente in alcune scuole dove si sono ancora posti disponibili: questo avverrà se i genitori accoglieranno le soluzioni proposte. Per agevolare le famiglie e semplificare le procedure di iscrizione anche quest’anno il Comune ha disposto la sospensione della quota anticipata di 50,00 Euro da corrispondere in agosto quale conferma del posto.

Infine, sia per gli asili nido, sia per le scuole infanzia, sono in corso i controlli relativi alle vaccinazioni obbligatorie: infatti, per frequentare i servizi all'infanzia, tutti i bambini devono essere in regola con le vaccinazioni, così come previsto dalla legge del 31 luglio 2017, n.119, “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale, di malattie infettive e di controversie relative alla somministrazione di farmaci”. In caso di verifica negativa presso l’ATS, la famiglia sarà contattata via email e invitata a produrre la documentazione necessaria nei termini e con le modalità indicate. La mancata consegna della documentazione comporta la decadenza dall'iscrizione. 

Per tutte le famiglie già iscritte ai servizi e/o alle scuole infanzia comunali negli anni scolastici precedenti non è necessaria la conferma del posto: l’iscrizione infatti si considera confermata d’ufficio e la frequenza può proseguire in continuità, salvo comunicazione di dimissioni da parte della famiglia.

“Ci stiamo preparando per un nuovo anno che tutti ci auguriamo possa svolgersi in un contesto più sereno dal punto di vista sanitario e colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutto il personale che ha saputo condurre, con responsabilità e competenza, l’attività educativa in condizioni complesse come quelle precedentemente vissute. In ogni caso in servizi così delicati e fondamentali per i bambini e per le famiglie, la soglia di attenzione deve essere mantenuta sempre alta e, come è sempre più evidente, la tutela maggiore per il personale costantemente a contatto con i bambini più piccoli, che ovviamente non possono utilizzare le mascherine, per le famiglie e per la garanzia della continuità dell’azione educativa, è certamente quella del vaccino, unitamente alle misure di prevenzione del contagio che si renderanno necessarie”, dichiara l’Assessore all’Istruzione Maura Ruggeri.

683 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online