Lunedì, 18 novembre 2019 - ore 07.42

Cremona Firmato il contratto integrativo per i dipendenti delle canottieri e numerose associazioni sportive

Il risultato complessivo è dunque un sistema contrattuale che, oltre ad adottare tutti gli istituti previsti dal CCNL, prevede una serie di condizioni migliorative grazie al contratto di secondo livello

| Scritto da Redazione
Cremona Firmato il contratto integrativo  per i dipendenti delle canottieri e numerose associazioni sportive

Cremona Firmato il contratto integrativo  per i dipendenti delle canottieri e numerose associazioni sportive

Il risultato complessivo è dunque un sistema contrattuale che, oltre ad adottare tutti gli istituti previsti dal CCNL, prevede una serie di condizioni migliorative grazie al contratto di secondo livello

In data 17 Luglio 2019 è stato siglato Il Contratto Integrativo Canottieri Cremona tra l’ASSOCANOTTIERI, numerose associazioni sportive del territorio e le rappresentanze sindacali, C.G.I.L.- S.L.C. e UIL-TUC, con decorrenza dal 1 gennaio 2019 e scadenza il 31/12/2021.

E’ stata superata l’impostazione di un contratto provinciale unico, che regolamentava tutti gli aspetti, per andare verso l’adozione del Contratto Collettivo Nazionale IMPIANTI E ATTIVITÀ SPORTIVE PROFIT E NO PROFIT, integrato con un contratto di secondo livello ad hoc che, oltre a far aderire il più possibile la prestazione lavorativa alle particolari esigenze dei servizi offerti, consente la determinazione di condizioni economiche più favorevoli per i lavoratori, fungendo da stimolo e creando le condizioni per una loro fidelizzazione.

In particolare i lavoratori, oltre alle garanzie retributive minime previste dal CCNL, possono beneficiare dell’iscrizione al Fondo Sanitario di categoria (fondo EST) con le relative prestazioni sanitarie.

Beneficiano inoltre di condizioni economiche migliorative rispetto al Contratto Nazionale, quali le maggiorazioni per il lavoro straordinario, notturno e festivo, le maggiorazioni legate alla flessibilità dell’orario di lavoro, le indennità mensili previste per gli assistenti bagnanti, il riconoscimento del buono pasto giornaliero.

Con il contratto di secondo livello sono stati inoltre regolamentati alcuni aspetti in funzione delle particolari caratteristiche dell’attività svolta dalle associazioni canottieri: in particolare è stato regolamentata la flessibilità dell’orario di lavoro per far fronte ai periodi dei maggiore intensità; è stata prevista la possibilità di effettuare assunzioni a tempo determinato senza limiti nei periodi di più intensa attività (stagionalità); sono state introdotte mansioni ad hoc nella classificazione del personale per inquadrare correttamente particolari categorie di lavoratori.

Le parti hanno inoltre regolamentato il passaggio dal vecchio al nuovo sistema contrattuale attraverso un apposito accordo e si sono impegnate ad incontrarsi in caso di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per valutare eventuali interventi sul contratto di secondo livello. Fondamentale nel corso della trattativa la costante operazione condotta dall'Associazione Canottieri, dai presidenti delle società sportive interessate ed in particolare dal presidente Maurilio Segalini, in collaborazione con lo Studio di consulenti del lavoro Fiorentini Rossini Margheriti di Crema, che hanno saputo incrociare le necessità delle società tutte, con le richieste del sindacato e dei lavoratori del settore.

Restano le basi per una collaborazione che possa in futuro riguardare altri temi trasversali come ad esempio la formazione degli operatori del comparto o la rappresentatività sul territorio come interlocutori privilegiati per enti ed istituzioni.

Cremona, 29 agosto 2019

270 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online