Sabato, 14 dicembre 2019 - ore 06.15

Cremona.Crisi al Comune,la Lega scaricata di M. Ruggeri

| Scritto da Redazione
Cremona.Crisi al Comune,la Lega scaricata di M. Ruggeri

Cremona.Crisi al Comune,la Lega scaricata di M. Ruggeri
Torniamo sulla questione dirigenti poiché recenti dichiarazioni dell'Assessore Ceraso, che confondono le acque in modo strumentale, meritano alcune precisazioni. La nostra posizione sulla questione, che è sempre stata quella di garantire la necessaria flessibilità della funzione dirigente in quanto strettamente collegata agli obiettivi ed agli equilibri economico finanziari dell'amministrazione, è diversa da quella della Lega e coerente con le scelte operate dalle giunte di centro sinistra.
Nel recente passato avevamo scelto infatti di non ricorrere a personale esterno, ma di valorizzare qualificate risorse interne con contratti a tempo determinato. Non abbiamo creato alcun precariato, non si può infatti assimilare la condizione dei dirigenti a tempo determinato, già dipendenti dell'Ente, a quella dei lavoratori precari. Ora se le scelte di questa amministrazione saranno diverse e si stabilizzeranno le funzioni dirigenziali con concorsi aperti agli esterni, chiediamo la massima trasparenza e che questo non comporti per il futuro un ingessamento della struttura dirigenziale ed ulteriori aumenti di spesa (già aumentata a causa dello sdoppiamento delle figure apicali del direttore e segretario).
La novità oggi è data dalla necessità dell'applicazione della nuova normativa voluta dal ministro Brunetta, fortemente contestata, come è noto, dal centro sinistra. Brunetta impone un tetto all'assunzione di dirigenti a tempo determinato, ma al tempo stesso le sue disposizioni hanno limitato fortemente la possibilità di stabilizzare i lavoratori precari con una logica centralistica, poco rispettosa della autonomia degli enti locali, che noi non condividiamo.
Sono tuttavia coloro che governano la città, che invece hanno condiviso quelle scelte, che devono spiegare ai propri elettori perché al loro interno hanno posizioni così distanti, perché tre assessori leghisti votano contro ad una deliberazione della Giunta di cui fanno parte.
Non è la sintonia, che in realtà non esiste, tra lega e PD che deve essere spiegata, casomai è la mancanza di sintonia tra le forze di maggioranza che si presenta divisa e sflilacciata su questo e su altri temi a richiedere doverose spiegazioni.
La lega è già stata scaricata? Che abbiano il coraggio allora di ammettere una crisi che è già nei fatti e di trarne le dovute conseguenze.

                                                                                                                                                                                                                                                     Per il gruppo PD Maura Ruggeri

 

1504 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Degli Angeli (M5S): ‘Boccata d’ossigeno per le infrastrutture viarie del nostro territorio. Grazie al lavoro dell’ex Ministro Toninelli’.

Degli Angeli (M5S): ‘Boccata d’ossigeno per le infrastrutture viarie del nostro territorio. Grazie al lavoro dell’ex Ministro Toninelli’.

Stanziamenti infrastrutture, diversi milioni per i ponti della provincia di Cremona. Sono in arrivo per i territori cremasco e cremonese importanti fondi per la costruzione di nuovi ponti e la manutenzione straordinaria di quelli già esistenti. Sono giorni decisivi per la firma del decreto di riparto che comprende molte notizie positive per i nostri territori.
Cremona, chiusura UTIN  Degli Angeli (M5S Lombardia): ‘Vergognoso: il centrodestra smantella la sanità locale’. Sabato M5S al presidio.

Cremona, chiusura UTIN Degli Angeli (M5S Lombardia): ‘Vergognoso: il centrodestra smantella la sanità locale’. Sabato M5S al presidio.

Siamo molto preoccupati per il futuro dei servizi sanitari a Cremona e Provincia: Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia stanno smantellando la sanità locale. L’Ospedale Oglio Po e la chiusura dei reparti è stato solo l’antipasto, ora è il turno dell’Unità terapia intensiva neonatale, e da quello che si legge dalla stampa potrebbero esserci presto problemi con ostetricia e genetica.