Giovedì, 18 luglio 2019 - ore 00.45

Criptovalute: la volatilità come spauracchio per gli investitori

La volatilità è uno dei principali punti deboli delle criptovalute e quello su cui battono i suoi detrattori in modo particolare.

| Scritto da Redazione
Criptovalute: la volatilità come spauracchio per gli investitori

Il fatto che non si abbia un valore determinato, ma che esso fluttui in modo incostante, fa affermare ai critici del settore che si sia alle prese con una bolla che prima o poi esploderà. L'aspetto della volatilità merita di essere approfondito e non ridotto ad una semplice oscillazione di valore.

 

Le criptovalute sono volatili perché non esistono. Detto in altri termini, - spiega il direttore editoriale del magazine Criptomag.it - il fatto di essere intangibili e di poter essere usate solo attraverso la rete, fa sì che non abbiano un valore reale. A conferirle un valoro è l'impiego: esse, infatti, si rivelano cruciali per numerose operazioni di compravendita telematica essendo, infine, null'altro che un codice informatico”. Si può dunque affermare che è il vantaggio che la criptomoneta causa a dar ad essa un prezzo. Di cosa parliamo nello specifico? Sicuramente quella di tutelare al massimo la privacy del compratore e non essere soggetta a incidenti quali lo smarrimento o il furto per rapina.

 

Il fatto di non avere un valore in sé, rende, però, le criptovalute troppo legate al mercato finanziario e, di conseguenza, le oscillazioni a cui sono soggette causano diffidenza tra gli investitori. In realtà basterebbe informarsi bene su quali di esse abbia veramente un futuro e ridurre il rischio di un eventuale flop, diversificando gli investimenti per poter costruire un modello di business.

 

Attualmente le criptovalute più convenienti sul mercato sono Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin.

 

Le criptovalute non vanno viste come un'occasione per fare un veloce profitto. Vanno inquadrate come un progetto di sviluppo economico. Dietro di esse vi è una struttura, la blockchain, che ha uno scopo preciso: migliorare le transazioni economiche nel mondo.

 

A questo proposito va citato un recente sondaggio condotto dal Korea Financial Investors Protection Foundation e rivelato da Arirang.com. Stando alla ricerca i cittadini sudcoreani stanno comprando sempre più criptovalute, nonostante i prezzi nel Paese siano più alti del normale. I risultati hanno rivelato che il 7,4% dei 2.500 adulti intervistati ha dichiarato di aver acquistato criptovaluta. I dati si riferiscono al dicembre 2018 e mostrano come nel Paese asiatico la fiducia nelle potenzialità delle monete virtuali cresca in modo esponenziale. Secondo il sondaggio, le criptovalute vengono acquistate soprattutto dagli investitori della fascia di età 50-60, seguiti da quelli nella fascia 30-40.

 

La lettura di questa analisi è chiara: in alcune parti del mondo si intravedono le potenzialità delle monete virtuali a dispetto di chi le ha giudicate tropo frettolosamente una bufala. Una corretta informazione e affidarsi a dei bravi broker possono essere le chiavi giuste per entrare in questo mondo senza dover correre rischi inutili

informazione e affidarsi a dei bravi broker possono essere le chiavi giuste per entrare in questo mondo senza dover correre rischi inutili.

289 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

GOVERNO: COLDIRETTI, BENE NO A RATIFICA ACCORDO CANADA (CETA)

GOVERNO: COLDIRETTI, BENE NO A RATIFICA ACCORDO CANADA (CETA)

“La decisione di non ratificare il trattato di libero scambio con il Canada (CETA) è una scelta giusta di fronte ad un accordo sbagliato e pericoloso per l’Italia contro il quale si è sollevata una vera rivolta popolare che ci ha visti protagonisti su tutto il territorio nazionale dove hanno già espresso contrarietà 15 regioni, 18 province 2500 comuni e 90 Consorzi di tutela delle produzioni a denominazioni di origine”.