Venerdì, 14 giugno 2024 - ore 11.35

Diritti degli italiani all’estero, ad Hannover si presenta la Lista Civica L’Ortica

Parla Giuseppe Scigliano, capolista della Lista Civica L’Ortica

| Scritto da Redazione
Diritti degli italiani all’estero, ad Hannover si presenta la Lista Civica L’Ortica

Oltre ai compiti istituzionali, che naturalmente saranno onorati, di seguito alcuni punti programmatici della Lista Civica L’Ortica. Molti di questi punti, sono già stati realizzati e con successo dal Comites uscente di Hannover, di cui la lista è espressione.

1) Dare continuità al pregiato lavoro svolto dal Comites di Hannover uscente.

2) Mediare i problemi dei nostri connazionali con il Consolato e le autorità tedesche.

3) Continuare la stretta collaborazione con le Autorità locali estendendola a tutto il territorio della circoscrizione consolare.

4) Promuovere il Made in Italy.

5) Creare sinergia tra i nostri imprenditori.

6) Tutelare la nostra gastronomia.

7) Favorire contatti tra le Regioni italiane e le regioni della circoscrizione consolare.

8) Favorire gemellaggi tra città italiane e quelle del territorio di competenza.

9) Dare consulenza gratuita ai nostri connazionali, specialmente ai nuovi arrivati.

10) Proporre e difendere la lingua materna chiedendo leggi adeguate sia al Governo Italiano sia a quello delle regioni in cui si andrà a operare.

11) Promuovere la doppia cittadinanza.

12) Continuare a promuovere iniziative che favoriscono l’integrazione in loco.

13) Favorire l’integrazione scolastica con consulenze e informazioni adeguate alle famiglie.

14) Proporre progetti all’IHK per stimolare i nostri imprenditori a mettere a disposizione posti di apprendistato per i giovani.

15) Difendere le strutture dei patronati perché all’estero sono indispensabili.

16) Difendere da eventuali tagli la struttura consolare e l’istituto italiano di cultura.

17) Dialogare continuamente con il Console Generale per ottimizzare le risorse umane a favore dei servizi rivolti ai cittadini senza lenire i diritti del lavoro dei dipendenti.

18) Avviare un’inchiesta per poter identificare interessi, potenzialità e problemi, della nostra collettività.

19) Continuare a tenere in vita il sito internet del Comites per poter dare informazioni e, finanze permettendo, ripristinare il bollettino Il Comites InForma, finito di stampare per mancanza di fondi.

20) Creare un consultorio permanente dove circolino informazioni utili per tutti i ceti sociali.

21) Difendere i ceti deboli. A tal proposito si deve fare aumentare assolutamente il contributo Ministeriale che il Consolato Generale di Hannover riceve sull’apposito capitolo perché quello attuale è insufficiente a far fronte alle esigenze della nuova emigrazione.

22) Favorire l’associazionismo, creando ponti con le autorità locali.

23) Coinvolgere gli italiani, i tedeschi e tutti coloro che sono interessati all’Italia, con manifestazioni culturali, convegni, tavole rotonde, seminari ecc.

24) Coinvolgere tutti gli artisti e tutti coloro che lavorano nell’ambito culturale per dar loro nuovi spazi e nuove opportunità.

25) Cercare di individuare e valorizzare i giovani talenti italiani.

26) Continuare ad assegnare il premio Comites, che ormai è diventato ambitissimo non solo tra gli italiani ma anche tra i tedeschi.

27) Costituire premi nell’ambito della letteratura, della musica e della pittura.

28) Costituire la pagella d’oro per stimolare i nostri cittadini in età scolare a migliorare i loro livelli, iniziativa è stata realizzata con successo a Francoforte e ripresa addirittura dall’Ambasciata.

29) Seguire i nostri connazionali anziani e intervenire con dei progetti mirati per integrarli sul territorio.

30) Continuare a usare la sede del Comites non solo come ufficio ma anche come salone interattivo. Continuare quindi a organizzare piccoli eventi e principalmente accogliere i nostri connazionali.

31) Costituire per ognuno dei punti citati, delle commissioni di lavoro, coinvogendo anche degli esperti esterni al Comites.

32) Creare sinergia con il consolato generale, i consolati onorari, l'Istituto italiano di cultura di Amburgo e con tutte le Associazioni che lo richiedono.

Giuseppe Scigliano

1413 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria