Venerdì, 25 settembre 2020 - ore 09.34

Disabile assillata da canone Rai ed Equitalia. Lega: ‘Stop a vessazioni fiscali’

Approda sui tavoli del governo la vicenda della disabile che da anni lotta contro il raddoppio del canone, tra pressing di Viale Mazzini e multe di Equitalia

| Scritto da Redazione
Disabile assillata da canone Rai ed Equitalia. Lega: ‘Stop a vessazioni fiscali’

A sollecitare il Ministro Padoan sulla vicenda di Flavia Capelletti, trentaduenne affetta da tetrapresi spastica a seguito di trauma da parto, residente a Vailate (CR), è il deputato leghista Davide Caparini, che parla di ennesimo caso di «sciacallaggio» a opera degli uffici canone dell’emittente pubblica e rilancia la battaglia per la completa soppressione dell’«assurdo balzello». I fatti risalgono al 2010: Flavia, attiva nel volontariato e fondatrice di una propria onlus per il sostegno alle persone disabili, vive con lo zio, stesso domicilio, un solo televisore, ma due stati di famiglia, che per la tv di stato corrispondono all’obbligo di pagare due abbonamenti. La donna si rifiuta di pagare, le viene detto di spedire la classica raccomandata per segnalare la situazione, ma le richieste di pagamento continuano e con esse iniziano a fioccare anche le multe di Equitalia, ormai a quota 500 €. Cinque anni di telefonate, richieste, la mediazione di un’ex-dipendente Rai, non sono ancora bastati a interrompere l’assillo imposto da Viale Mazzini. Caparini sollecita il ministro del Tesoro ad «attivarsi subito per scongiurare queste vessazioni fiscali. La vicenda di Flavia è l’ennesimo esempio di un fisco rapace, reso ancor più odioso dal fatto che interessa una persona disabile, costringendola a disagi, costi e assurde perdite di tempo. Solidarietà a Flavia, siamo con lei in questa battaglia di principio e di diritto. Non smetteremo di segnalare le assurdità e gli scandali del canone. Arrivati all’ennesima denuncia, ci auguriamo che Padoan e il suo governo si decidano a mettere mano, una volta per tutte, a questa pratica estorsiva medioevale».

963 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria