Lunedì, 17 gennaio 2022 - ore 00.02

“Ecco come cambierà l’Italicum” |Sen. Luciano Pizzetti (pd)

Il Sottosegretario alle Riforme nel Governo Renzi , in una assemblea dei Sindaci ad Ostiano, ha delineato come dovrà cambiare l’attuale “Italicum”.

| Scritto da Redazione
“Ecco come cambierà l’Italicum” |Sen. Luciano Pizzetti (pd)


Il Sen. Luciano Pizzetti, cremonese , Sottosegretario alle Riforne nel Governo Renzi, ha partecipato  lo scorso 11 maggio, ad Ostiano (provincia di Cremona) ad un incontro con un gruppo di sindaci e componenti le liste in vista delle prossime elezioni amministrative del 25 maggio.Il tema dell’incontro era “Le Riforme per il paese e il futuro degli anti Locali”. Gli amministratori presenti hanno posto una serie di domande sul ruolo dei sindaci, sulla modifica del patto di stabilità e sul disegno riformatore in atto che a partire dall’abolizione delle province, alla legge elettorale “Italicum”, alla riforma del Senato  cambieranno il volto del dell’Italia.

Il Sen. Pizzetti si è soffermato con alcune considerazioni e riflessioni sui problemi posti. In particolare, nella parte del video che alleghiamo, si è soffermato sui temi inerenti la legge elettorale denominata “ Italicum”.

Ne suo ragionamento ha osservato: “ Se dovesse passare questa proposta saremmo nelle condizioni in cui la minoranza più forte governa. Infatti la più forte della minoranze è in grado di fare il colpaccio nominando il Presidente della Repubblica, la Corte Costituzionale ecc. Non può essere che una miniranza del 20 % governi il paese. E’ pertanto necessario- ha continuato Pizzetti-aumentare la soglia del 37% per accedere al  premio di maggioranza , togliere o abbassare la soglia del 4%  che penalizzerebbero i partiti minori. Altresì sarà necessario introdurre un sistema diverso per lezione del Presidente della Repubblica dopo la terza infatti pare utile o andare ballottaggio fra i primi due candidati  o si cambia la platea elettorale  che eleggerà il Presidente . Pare ovvio quindi che si imporrà di cambiare l’attuale Italicum, cosi come è uscito dalla Camera solo dopo che si sarà delineata la riforma dello Stato ( superamento del bicameralismo perfetto). In merito alla riforma del Senato appare ragionevole lavorare , oltre che per una riduzione dei  senatori andare anche ad una riduzione del numero dei parlamentari della Camera dei Deputati portandoli a circa500 deputati. In tale contesto di riforma dello stato I sindaci diventeranno un perno della nuova  Repubblica essendo appunto presenti , assieme alle altre autonomie locali, nel Senato”.

Dichiarazioni forti e precise che dimostrato come il cammino delle riforme non sia dietro l’angolo ma richieda ancora un lungo lavoro.

Riprese di Gian Carlo Storti,welfarecremonanetwork, Cremona 12 maggio 2014

Nei prossimi giorni pubblicheremo sul sito l’intera conferenza del Sen. Luciano Pizzetti Sottosegretario alle Riforme del Governo Renzi.

 

2024 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria