Lunedì, 15 agosto 2022 - ore 18.00

Europa - Alfano a Bruxelles

Nessuna evidenza sulla rotta adriatica per flussi migranti

| Scritto da Redazione
Europa - Alfano a Bruxelles

 

Il ministro dell’Interno al Consiglio affari interni dell’Unione europea. «L'Albania è un partner strategico non solo nei rapporti con l'Italia»

«Ho chiesto che quello dell'Albania non sia visto solo come un tema italiano: non possiamo avere a che fare solo noi bilateralmente con l'Albania» che invece «può essere un partner strategico dell'Ue nell'affrontare la questione dei Balcani» ha dichiatato il ministro dell'Interno Angelino Alfano a Bruxelles, al termine della riunione del Consiglio Affari interni dell'Unione europea.

Il ministro in mattinata aveva ribadito che per ora «non ci sono evidenze» di movimenti dei flussi da Turchia e Grecia verso l'ipotetica rotta albanese e adriatica, a seguito dell'accordo con Ankara, raggiunto in linea di principio al vertice Ue-Turchia di lunedì scorso. Dell'accordo, aveva detto Alfano, «diamo un giudizio concreto, e la concretezza ci spinge a dire che arginare il flusso dalla Turchia significa sgonfiare tutto il rischio che la rotta balcanica possa creare ulteriori divisioni in Europa e possa creare anche una rotta dall'Albania verso l'Italia».

«Il clima di oggi - ha detto il ministro al termine della riunione - è di positiva attesa e di un certo ottimismo. Non vedevo questo clima nel Consiglio dei ministri dell'Interno europei da parecchio tempo».

«E' chiaro - ha precisato - che bisogna prima vedere se le cose vanno concretamente fino in fondo, prima di tradurre tutto questo in un ottimismo concreto e reale. Qui le cose oggi sono andate bene. Occorrerà vedere il prossimo Consiglio europeo», il vertice dei capi di Stato e di governo che si riunisce sempre a Bruxelles il 17 e 18 marzo prossimi.

«Quando si parla di Mediterraneo Centrale, parliamo di Libia. Ben oltre il 90% degli arrivi di migranti in Italia partono dalla Libia. Se noi stabilizziamo la Libia avremo senz'altro giovamento dal punto di vista dei flussi. E' chiaro che la comunità internazionale si sta impegnando per raggiungere il risultato di un governo stabile in Libia. Oggi noi siamo in trepidante e operosa attesa che la questione libica si risolva».

 

Fonte Ministero degli Esteri

906 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria