Lunedì, 19 novembre 2018 - ore 04.21

Federconsumatori ASSEGNI PRIVI DELLA CLAUSOLA DI NON TRASFERIBILTA’, ANCORA POCHE SOLUZIONI

Data però la sproporzione della norma introdotta nel 2017, sebbene le molteplici segnalazioni fatte, i ricorsi al Ministero ed alcune interrogazioni Parlamentari, oggi ancora nessuna risposta è arrivata dal Ministero, né informazioni in merito alle tempistiche volte a riequilibrare una norma iniqua.

| Scritto da Redazione
Federconsumatori ASSEGNI PRIVI DELLA CLAUSOLA DI NON TRASFERIBILTA’, ANCORA POCHE SOLUZIONI

Federconsumatori ASSEGNI PRIVI DELLA CLAUSOLA DI NON TRASFERIBILTA’, ANCORA POCHE SOLUZIONI

A seguito di una modifica di legge relativa alla disciplina della normativa antiriciclaggio, da un anno a questa parte i cittadini che hanno commesso degli errori materiali nella compilazione degli assegni, hanno ricevuto delle “stangate” con sanzioni da un minimo di € 3.000 ad un massimo di € 50.000, con la possibilità di eliminare il reato penale pagando una somma di circa € 6.000, nel migliore dei casi.

Data però la sproporzione della norma introdotta nel 2017, sebbene le molteplici segnalazioni fatte, i ricorsi al Ministero ed alcune interrogazioni Parlamentari, oggi ancora nessuna risposta è arrivata dal Ministero, né informazioni in merito alle tempistiche volte a riequilibrare una norma iniqua.

Secondo il Presidente di Federconsumatori Milano, Carmelo Benenti. “oggi più che mai in un momento di grave difficoltà economica, non si possono fare modifiche normative tanto aspre, infatti, come emerso dai nostri database, sono state colpite le fasce più deboli della popolazione, come gli anziani che avevano ancora i vecchi libretti”.

Invitiamo quindi tutti gli Utenti che hanno ricevuto le notifiche dei provvedimenti del Ministero a rivolgersi presso i nostri sportelli, contattando il numero di Federconsumatori Milano: 02-60830081-oppure inviando una mail a: sportello@federconsumatori.milano.it

Milano 18 ottobre 2018

315 visite

Articoli correlati